Bergamo, Città Creativa Unesco grazie al caseario

L’Unesco ha riconosciuto a Bergamo la sapienza dell’arte casearia del territorio con 30 produzioni storiche, nove Dop e tre presidi Slow Food.

Bergamo è Città Creativa Unesco per la gastronomia, riconosciuta come “laboratorio di idee”, capaci di costruire “un contributo tangibile al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile attraverso pensieri e azioni innovativi”.

La città orobica entra così nella rete delle 66 nuove città grazie al valore della produzione casearia del suo territorio montano, il secondo riconoscimento dopo quello delle Mura che cingono Città Alta, inserite nel 2017 nella lista del Patrimonio Mondiale insieme alle fortificazioni veneziane di altre cinque città.

 

A dare sostegno e impulso al titolo insignito a Bergamo è stata anche la kermesse Forme dedicata all’arte casearia italiana e mondiale con il debutto italiano, quest’anno, dei World Cheese Awards.

 

«Con l’obiettivo di promuovere l’eccellenza casearia locale e nazionale per creare il primo progetto di sistema del settore lattiero-caseario nazionale, è stato naturale per Forme sostenere questa candidatura. Siamo molto fieri del successo ottenuto dalla città e dal suo territorio» ha dichiarato Francesco Maroni, presidente di Forme.

Le città creative dell’Unesco salgono così a 246. Le altre città italiane italiane sono Bologna (musica), Fabriano (artigianato e arte popolare), Roma (cinema), Parma (gastronomia), Torino (design), Milano (letteratura), Pesaro (musica), Carrara (artigianato e arte popolare) e Alba (gastronomia). Da oggi anche Biella si unisce al novero delle Città Unesco grazie al suo artigianato tessile, mentre Como e Trieste – che pure erano candidate – non hanno trovato l’approvazione della Direttrice Generale dell’Unesco M.me Audrey Azoulay, cui spettava il giudizio finale.

Bergamo, Città Creativa Unesco grazie al caseario

Leave a Reply

Foodcommunity.it
 
è il sito del Gruppo dedicato al business del settore food & beverage nato nel 2016. Il portale ha l’obiettivo di raccontare, attraverso notizie e approfondimenti, lo scenario economico e i protagonisti del mondo enogastronomico in Italia e all’estero.
Grande attenzione è rivolta agli chef stellati e alle aperture di nuovi ristoranti, così come alle mosse delle aziende del food, dalle multinazionali ai piccoli produttori.
Il mondo del cibo raccontato con un approccio economico e il faro puntato sui personaggi più rilevanti del settore (Chef, ristorazione alta gamma, piccoli produttori di eccellenza).
 
Inoltre, ogni due settimane, Foodcommunity.it pubblica contenuti su MAG, il primo quindicinale digitale interattivo dedicato alla business community italiana. In ogni numero: interviste a avvocati, general counsel, amministratori delegati, avvocati, banker, advisor, fiscalisti; studi di settore; interviste; report post awards etc. Fra i grandi appuntamenti annuali di Foodcommunity.it per MAG, i fatturati degli studi e la classifica dei 50 Best Lawyers.

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC srl – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 10.000,00 i.v.

Copyright 2022 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE