Nel biologico l’Italia traina l’Europa

L’aumento di superfici, operatori e consumi sancisce il primato del Paese nel biologico con quasi due milioni di ettari e 79mila soggetti coinvolti nel settore.

 

L’Italia guida il percorso di conversione al biologico dell’Europa. Secondo i dati Sinab, dal 2010 al 2018 gli ettari di superficie sono cresciuti di oltre il 75%, un’estensione nel territorio italiano equi­valente a quello della Regione Puglia. Si tratta di 800mila ettari in più e 27mila nuove aziende.

Il biologico: da nicchia a settore di punta

L’incidenza della superficie biologica nel nostro Paese ha raggiunto nel 2018 il 15,5% della sau nazionale, largamente al di sopra della media Ue che nel 2017 si attestava al 7%.

 

Anche il dato sugli operatori mostra tendenze in forte espansione, confermando il primato dell’Italia in Europa. Nel periodo 2010-2018 si è registrato un incremento di operatori nel biologico di oltre il 65% consolidando il numero di aziende a 79mila unità.

 

“Quella del biologico è una crescita che può avere ritmi ancora più sostenuti e che deve interessare sempre più le aree del Paese maggiormente vocate all’agricoltura – ha dichiarato Paolo Carnemolla, Segretario Generale di FederBio –. La transizione al modello agricolo biologico necessita di una strategia integrata e di lungo periodo, dunque di una politica nazionale di settore e di investimenti pubblici in ricerca e innovazione per organizzare servizi alle imprese, insieme a una completa digitalizzazione del sistema di certificazione che deve essere sempre più efficiente, trasparente e semplificato”.

 

È anche record per gli acquisti di alimenti e bevande bio in Italia, secondo quanto risulta dalle elaborazioni Ismea su dati Nielsen, riportati in anteprima da Ansa.it.

 

Nel 2018 la spesa per i prodotti alimentari biologici ha sfiorato i 2,5 miliardi di euro, raggiungendo una quota del 3% sul valore complessivo dell’agroalimentare.  

 

Ciò si è tradotto in 49 mila ettari in più in soli 12 mesi: una crescita non solo in termini di superfici ma anche di soggetti coinvolti nel settore, che hanno raggiunto le 79mila unità, con un incremento rispetto all’anno precedente di oltre il 4%.

Anche i primi sei mesi del 2019 indicano una ulteriore crescita degli acquisti nel canale domestico del +1,5%. A trainare le vendite del biologico è la gdo (+5,5% in valore sulla prima metà del 2018), che negli ultimi dieci anni ha visto aumentare le vendite di prodotti agroalimentari bio del 217%.

 

 

 

 

Nel biologico l’Italia traina l’Europa

Leave a Reply

Foodcommunity.it
 
è il sito del Gruppo dedicato al business del settore food & beverage nato nel 2016. Il portale ha l’obiettivo di raccontare, attraverso notizie e approfondimenti, lo scenario economico e i protagonisti del mondo enogastronomico in Italia e all’estero.
Grande attenzione è rivolta agli chef stellati e alle aperture di nuovi ristoranti, così come alle mosse delle aziende del food, dalle multinazionali ai piccoli produttori.
Il mondo del cibo raccontato con un approccio economico e il faro puntato sui personaggi più rilevanti del settore (Chef, ristorazione alta gamma, piccoli produttori di eccellenza).
 
Inoltre, ogni due settimane, Foodcommunity.it pubblica contenuti su MAG, il primo quindicinale digitale interattivo dedicato alla business community italiana. In ogni numero: interviste a avvocati, general counsel, amministratori delegati, avvocati, banker, advisor, fiscalisti; studi di settore; interviste; report post awards etc. Fra i grandi appuntamenti annuali di Foodcommunity.it per MAG, i fatturati degli studi e la classifica dei 50 Best Lawyers.

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group S.p.A.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC Publishing Group S.p.A. – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 50.000,00 i.v.

Copyright 2023 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE