L’export agroalimentare made in Italy chiude il 2018 in crescita

Tra i mercati più significativi per il food & beverage italiano ci sono Usa, Nord Africa e Medio Oriente. Crescono le esportazioni verso Romania, Grecia, Australia e, a tassi più moderati, anche in Polonia, Svizzera e Belgio.

Secondo i dati Istat ed Exportpedia elaborati per Tuttofood da StudiaBo le esportazioni di food & beverage italiane hanno chiuso il 2018 con un +4% confermando il ritmo di crescita costante che ha caratterizzato lo scorso anno. L’export agroalimentare è staro trainato dall’esportazione di vino (+9% rispetto al 2017) e bevande in generale (+6,5%). Ottime le performance anche di formaggi (approfondisci la notizia su foodcommunity.it) e prodotti lattiero caseari (+5,7%) a cui segue un incremento, sebbene più contenuto, per dolciumi, condimenti, pasta e prodotti da forno.

Nel quarto trimestre 2018 il mercato statunitense è quello che più si è distinto importando un +11,8% di prodotti agroalimentari italiani, rispetto al corrispondente trimestre 2017, per un controvalore di +129 milioni di euro, e un totale di 4,4 miliardi di euro.

Sono cresciute anche le esportazioni di vino e bevande italiane soprattutto nel Regno Unito, con un record del +27% e un consuntivo 2018 di 529,3 milioni di euro, contro l’incremento in Usa del 10,5% e un consuntivo annuo di oltre un miliardo.

Per quanto riguarda formaggio e derivati è il Canada il paese che ha registrato le migliori performance, anche grazie ai nuovi accordi, con un +60,8% tendenziale e un consuntivo 2018 di circa 66 milioni di euro, di oltre 14 milioni superiore al 2017. Buone le esportazioni anche in Spagna (+12,2%), Austria (+11,4%), Polonia (+13,9%), Giappone (+14,9%) e Australia (+20%) e più moderato in Germania, Francia, Olanda, Belgio, Svizzera e Svezia.

Pasta, biscotti e prodotti da forno, si sono distinti in Usa, Canada, Israele, Arabia Saudita e Australia; dolciumi, condimenti e piatti pronti invece negli Stati Uniti, Russia, Romania, Svezia, Olanda, Belgio e Giappone. Buono l’export per cereali e ortaggi verso Francia, Olanda, Belgio, Svizzera, Spagna, Croazia, Emirati Arabi e altri mercati del Nord Africa e Medio Oriente.

 

 

 

L’export agroalimentare made in Italy chiude il 2018 in crescita

Leave a Reply

Foodcommunity.it
 
è il sito del Gruppo dedicato al business del settore food & beverage nato nel 2016. Il portale ha l’obiettivo di raccontare, attraverso notizie e approfondimenti, lo scenario economico e i protagonisti del mondo enogastronomico in Italia e all’estero.
Grande attenzione è rivolta agli chef stellati e alle aperture di nuovi ristoranti, così come alle mosse delle aziende del food, dalle multinazionali ai piccoli produttori.
Il mondo del cibo raccontato con un approccio economico e il faro puntato sui personaggi più rilevanti del settore (Chef, ristorazione alta gamma, piccoli produttori di eccellenza).
 
Inoltre, ogni due settimane, Foodcommunity.it pubblica contenuti su MAG, il primo quindicinale digitale interattivo dedicato alla business community italiana. In ogni numero: interviste a avvocati, general counsel, amministratori delegati, avvocati, banker, advisor, fiscalisti; studi di settore; interviste; report post awards etc. Fra i grandi appuntamenti annuali di Foodcommunity.it per MAG, i fatturati degli studi e la classifica dei 50 Best Lawyers.

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group S.p.A.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC Publishing Group S.p.A. – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 50.000,00 i.v.

Copyright 2023 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE