a
mercoledì 26 giu 2019
HomeGli strumenti del ciboLa svolta ecosostenibile dei 900 dipendenti di idealo

La svolta ecosostenibile dei 900 dipendenti di idealo

La svolta ecosostenibile dei 900 dipendenti di idealo

idealo ha svelato gli esiti di un sondaggio condotto sugli stili di vita sostenibili dei dipendenti. In ambito e-commerce, il 70,3% dei partecipanti dichiara di essere disponibile a pagare di più per un prodotto ecosostenibile, e tra le categorie vincono cibo, bevande e bellezza..

La sostenibilità ambientale e il vivere “più green” è un’attenzione che tutti, nel nostro piccolo, dovremmo mettere in atto: c’è chi lo fa già da tempo e chi invece, grazie alla mobilitazione di questi ultimi anni, ha iniziato da poco. Se però ad impegnarsi è un’azienda con quasi 900 dipendenti, l’impatto sul pianeta è sicuramente più rilevante. idealo – portale internazionale specializzato nella comparazione prezzi – ha raccontato per la prima volta il proprio impegno per l’ecosostenibilità e presentato in anteprima un sondaggio appena realizzato.

Il 70,3% del campione di intervistati ha dichiarato di essere disponibile a spendere di più per acquistare un prodotto ecosostenibile e quindi attento all’ambiente. Ma per quale categoria di prodotti i consumatori digitali italiani ritengono sia necessario avere prodotti sostenibili? Per il 50,3% dei casi si tratta di cibo e bevande, seguito da elettronica (44,4%), giocattoli e gaming (30,7%), bambini e neonati (30,6%) e infine sport e outdoor (20,1%). Il 31,9% ha dichiarato di poter spendere tra l’11 e il 20% in più.

 

 

La percentuale di disponibilità di spesa maggiore per un prodotto eco-sostenibile cresce al diminuire dell’età. É infatti più alta per i giovanissimi tra i 18 e i 24 anni (78,3%) che dimostrano quindi una propensione del 95,6% maggiore degli over 55, a dimostrazione del fatto che le nuove generazioni, forse spinte dalla mobilitazione di questi ultimi anni, stanno iniziando a dare molta importanza alla tematica. Infine, secondo il sondaggio, le donne possiedono una “propensione ecosostenibile” dell’11,4% maggiore rispetto agli uomini.

Come si evince dalla ricerca l’e-consumer italiano è interessato sopratutto al settore food & beverage online. Secondo idealo*, nella maggior parte dei casi si tratta di utenti tra i 25 e i 34 anni (26,3%), seguono poi i 35-44 enni (23,1%) e la fascia di età 45-54 (17,8%). Gli uomini sono decisamente più interessati delle donne (62,8% vs 37,2%) e le ricerche online vengono effettuate nella stragrande maggioranza dei casi dallo smartphone (73,3%). Il desktop viene utilizzato solo nel 21,0% dei casi, mentre i tablet addirittura solo nel 5,7%. Questi in sintesi i dati che emergono dal portale internazionale specializzato nella comparazione prezzi che  racconta per la prima volta il proprio impegno per l’eco-sostenibilità, per un “vivere più consapevole” e presenta in anteprima i dati di un sondaggio appena realizzato.

Sempre secondo la ricerca condotta da idealo, il giorno preferito dagli utenti italiani è il lunedì; l’orario preferito, invece, la sera tra le 21 e le 22. La top five delle regioni con maggiori utenti interessati a prodotti del settore food & beverage vede al primo posto il Lazio, seguito da Lombardia, Campania, Emilia Romagna e infine Toscana. Fanalino di coda, invece, la Basilicata.

Delle categorie merceologiche preferite, al primo posto si attestano le bottiglie di spumante, prosecco e champagne, seguono poi i superalcolici, il caffè, il liquore e infine le cialde per il caffè.

* I dati riguardano esclusivamente il portale italiano di idealo (www.idealo.it). Periodo dello studio: dall’ 1 giugno 2018 al 31 maggio 2019.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.