I tribunali in aiuto dei locatari

di francesca corradi

Nelle locazioni, in questi mesi, si è registrato quello che potrebbe definirsi  uno scontro sociale tra proprietari di immobili e affittuari, dovuto al pagamento del canone di locazione.

Quelli che facevano parte di un sistema di franchising e catene ovviamente si sono mossi in maniera più organizzata per rinegoziare il canone o per differire i pagamenti. Le realtà più piccole solo in un secondo momento.

«Da parte dei tribunali alcune pronunce segnano un cambio epocale. In soccorso dei conduttori è arrivata anche la  magistratura con le prime pronunce in ambito cautelare che hanno bloccato l’escussione delle fideiussioni», afferma Valeria Spagnoletti-Zeuli (nella foto), associate partner dello studio Roedl & Partner della sede di Roma.

Non è tutto: se abbiamo assistito a moltissime rinegoziazioni dei termini economici dei contratti, mediante patti in deroga firmati dalle parti privatamente e registrati, «il Covid sembra aver rimesso tutto in discussione e alcuni giudici hanno adottato decisioni senza precedenti», racconta l’avvocato.

Il 27 agosto, infatti, il Tribunale di Roma, in merito a un contenzioso tra locatario e proprietario, ha emesso un’ordinanza. Questa ha imposto a quest’ultimo di ridurre il canone d’affitto del 40% per i mesi di marzo e aprile, in pieno lockdown, e del 20% per i mesi successivi, fino a marzo 2021.

In altre parole il giudice ha accolto le istanze del conduttore, stabilendo la misura della riduzione dell’affitto, sulla base dell’impossibilità sopravvenuta di godere del bene e sulla buona fede nell’esecuzione del contratto, scavalcando di fatto la volontà delle parti stabilità nel contratto stesso. Occorrerà  ora attendere le sentenze di merito, per sapere se questi orientamenti verranno confermati o meno.

E per il futuro? «Il problema sta in quanta liquidità si deciderà di inserire nell’economia reale e nella volontà delle parti di mettersi nei panni gli uni degli altri, visto che la situazione generale non sembra migliorare», conclude Spagnoletti-Zeuli.

Leggi l’articolo: Caro affitti, la ristorazione rinegozia

I tribunali in aiuto dei locatari

Leave a Reply

Foodcommunity.it
 
è il sito del Gruppo dedicato al business del settore food & beverage nato nel 2016. Il portale ha l’obiettivo di raccontare, attraverso notizie e approfondimenti, lo scenario economico e i protagonisti del mondo enogastronomico in Italia e all’estero.
Grande attenzione è rivolta agli chef stellati e alle aperture di nuovi ristoranti, così come alle mosse delle aziende del food, dalle multinazionali ai piccoli produttori.
Il mondo del cibo raccontato con un approccio economico e il faro puntato sui personaggi più rilevanti del settore (Chef, ristorazione alta gamma, piccoli produttori di eccellenza).
 
Inoltre, ogni due settimane, Foodcommunity.it pubblica contenuti su MAG, il primo quindicinale digitale interattivo dedicato alla business community italiana. In ogni numero: interviste a avvocati, general counsel, amministratori delegati, avvocati, banker, advisor, fiscalisti; studi di settore; interviste; report post awards etc. Fra i grandi appuntamenti annuali di Foodcommunity.it per MAG, i fatturati degli studi e la classifica dei 50 Best Lawyers.

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC srl – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 10.000,00 i.v.

Copyright 2022 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE