a
lunedì 29 nov 2021
HomeFoodGuida Michelin 2022: pioggia di stelle

Guida Michelin 2022: pioggia di stelle

Guida Michelin 2022: pioggia di stelle

La Guida Michelin 2022 è stata una vera pioggia di nuove stelle Michelin e sono 35 le novità stellate. Con un due nuovi due stelle: Giuseppe Iannotti del Kresios e il sorprendente exploit del ristorante Tre Olivi di Paestum, passato da zero a due stelle Michelin.

 

La Campania si è distinta sia per il numero di riconoscimenti complessivi (8 nuove stelle), sia che per la presenza dei due nuovi ristoranti due stelle Michelin, inseriti nella selezione italiana 2022.

In totale sono 378 i ristoranti stellati italiani.

“Il nostri Ispettori hanno osservato una sorprendente energia, perché nonostante tutte le difficoltà che i ristoranti hanno attraversato e le sfide che stanno ancora affrontando, il livello e gli standard qualitativi sono talmente elevati da registrare il più alto numero di ristoranti stellati mai raggiunto in Italia, e possiamo essere molto fiduciosi per il futuro considerato il numero di giovani chef stellati di questa edizione” ha dichiarato Gwendal Poullennec, Direttore Internazionale della Guida Michelin.

I nuovi stellati

Luigi Lepore – Luigi Lepore – Lamezia Terme

Hyle – Antonio Biafora – San Giovanni in Fiore (CS)

Aria – Paolo Barrale (NA)

Contaminazioni Restaurant – Giuseppe Molaro – Somma Vesuviana (NA)

Li Galli – Saverio Perna – Positano

Rear Restaurant – Francesco Franzese – Nola (NA)

Cannavacciuolo Countryside – Nicola Somma – Vico Equense

Mater1apr1ma – Fabio Verrelli D’Amico – Pontina

Osteria Acquarol – Alessandro Bellingeri – Appiano sulla strada del vino

1908  – Stefan Zippl – Soprabolzano – (conquista anche la stella verde)

San Giorgio – Graziano Caccioppoli – Genova

Orto by Jorg Giubbani   – Jorg Giubbani – Moneglia

L’Arcade – Sergeen Nikita – Porto San Giorgio

Retrocena

Bianca sul lago by Emanuele Petrosino  – Emanuele Petrosino – Oggiono

Felix Lobasso Home & Restaurant – Felix Lo Basso – Milano

La speranzina Restaurant&Relasi – Fabrizio Molteni – Sirmione

Osteria degli Assonica  – Alex e Vittorio Manzoni – Sorisole

Somu – Salvatore Camedda – Baja Sardinia

Gusto by Sadle  –  Claudio Sadler  – San Teodoro

Fradis Minoris – Francesco Stara – Pula  – (conquista anche la stella verde) 

Nazionale – Fabio Ingallinera e Maurizio Macario – Vernante

Unforgettable – Christian Mandura – Torino

Octavin  – Luca Fracassi – Arez

L’acciuga – Marco Lagrimino – Perugia

La Favellina – Federico Pettenuzzo – Malo

Local – Matteo Tagliapietra  – Venezia

Locanda le 4 ciacole – Francesco Baldissaruti – Roverchiara

Wistèria – Simone Selva – Venezia

Zanze XVI – Stefano Vio – Venezia

Gagini Restaurant – Maurizio Zillo – Palermo

Porta di Basso – Domenico Cilenti – Peschici

Primo Restaurant – Solaika Marrocco – Lecce – Giovane Chef 2022 (premio Lavazza Group)

Guida Michelin 2022: I premi speciali

La scuola di formazione Intrecci premia per il servizio di sala, Matteo Zappile, maitre del ristorante due stelle Michelin Il Pagliaccio di Roma. Miglior sommelier 2022, premiato dal Consorzio Brunello di Montalcino va a Sonjia Egger del ristorante Kuppelrain (Bz). Premio Michelin Chef Mentore da Blancpain va a Nadia Santini, chef del ristorante Dal Pescatore, storico tre stelle Michelin.

Confermati gli otto tre stelle: Piazza Duomo ad Alba (CN), Da Vittorio a Brusaporto (BG), St. Hubertus, a San Cassiano (BZ), Le Calandre a Rubano (PD), Dal Pescatore a Canneto Sull’Oglio (MN), Osteria Francescana a Modena, Enoteca Pinchiorri a Firenze, La Pergola a Roma, Reale a Castel di Sangro (AQ), Mauro Uliassi a Senigallia (AN) e Enrico Bartolini al MUDEC a Milano.

Di Camilla Rocca

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.