a
lunedì 21 ott 2019
HomeFoodLa filiera avicola italiana vale 8 miliardi di euro

La filiera avicola italiana vale 8 miliardi di euro

La filiera avicola italiana vale 8 miliardi di euro

Nel 2018 la filiera avicola (pollo e carni bianche) ha generato ricadute economiche e occupazionali per 7,9 miliardi, lo o,45% del PIL italiano.

Secondo lo studio di Althesys la filiera avicola, con 21,7 miliardi di euro di giro d’affari complessivo, è un vero e proprio “moltiplicatore economico”. Ogni euro di valore condiviso generato nella fase di trasformazione infatti ne produce 5,70 sul resto del comparto. Il settore dà lavoro a circa 83mila addetti lungo la filiera e, per ogni dipendente nella trasformazione, vengono creati altri due posti di lavoro e mezzo lungo tutte le altre fasi della filiera (incubatoi, agricoltura, mangimi, industria, housing allevamenti, servizi, logistica, distribuzione e vendita).

L’avicoltura italiana è forse l’unico comparto zootecnico che garantisce un prodotto e una filiera 100% made in Italy: dagli animali, nati e allevati in Italia, alla trasformazione, dalla logistica al prodotto finale. In meno di dieci anni il settore ha fatto passi da gigante sul fronte del benessere animale, della sicurezza e della riduzione degli antibiotici (-80%), registrando, a fronte di importanti investimenti, una crescita di fatturato del 7,5%, oggi a quota 5,7 miliardi.

Secondo i dati della relazione annuale Unaitalia, nel 2018 l’export di carni avicunicole è stato di oltre 176mila tonnellate (il 13% della produzione totale), pari a 389 milioni di euro. Tra i Paesi target oltreconfine soprattutto l’Ue, che copre i due terzi dell’export avicolo italiano, in particolar modo Germania (che assorbe il 42%), Grecia e Francia.

Tra le carni più prodotte a livello mondiale, 124 milioni di tonnellate nel 2018, il pollo risulta quella più amata dagli italiani, che lo scelgono per la leggerezza, l’alto valore nutrizionale e il basso apporto calorico. Con il 35% degli acquisti domestici delle carni fresche, le carni della filiera avicola sono le più consumate nelle case italiane e registrano una crescita costante sia nei volumi che nella spesa, +0,6% i volumi e +3,6% sul 2017, secondo l’elaborazione d’Ismea su dati Nielsen.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.