a
mercoledì 22 nov 2017
HomeFoodEataly sbarca a Mosca e “aggira” l’embargo

Eataly sbarca a Mosca e “aggira” l’embargo

Eataly sbarca a Mosca e “aggira” l’embargo

Continua l’espansione di Eataly, che è pronta a sbarcare anche a Mosca, precisamente il 26 maggio. Lo ha annunciato il fondatore Oscar Farinetti (nella foto), spiegando che il nuovo negozio sarà il secondo più grande al mondo.

Lo store si trova al quarto piano del nuovo centro commerciale Kievsky e si estende su 7.500 metri quadri, garantendo oltre 900 posti a sedere e un’esperienza dedicata all’acquisto, all’assaggio e alla produzione di prodotti italiani di alta qualità, in linea con il motto “mangia meglio, vivi meglio”.

A Eataly Mosca diversi prodotti – come pasta fresca e formaggi – sono prodotti in loco (abbinando la freschezza alla necessità di ‘aggirare’ le sanzioni imposte dalla Russia su alcuni prodotti enogastronomici europei).

“Siamo felici di aver trovato un grande partner in LLC Prostor, che ora ha il compito di rappresentare il più importante concept di distribuzione di cibo italiano nel mondo”, ha detto Farinetti in una nota.

Negli ultimi anni Eataly ha ampliato la propria presenza all’estero, specialmente negli Stati Uniti con l’apertura del secondo store a New York al World Trade Center e un altro al Prudential Center di Boston. Inoltre l’azienda è già presente a Chicago e ha in programma nuove aperture a Las Vegas e Los Angeles.

Eataly è anche sbarcata per la prima volta in Nord Europa con il nuovo punto vendita di Copenhagen presso il centro commerciale Illum, situato nel cuore della città danese, e altre aperture (dirette o in franchising) riguardano le città di Trieste, Toronto e Doha.

Il 4 ottobre 2017 è infine prevista l’inaugurazione di Fico Eataly World, grande parco tematico di 80mila metri quadrati dedicato al cibo a Bologna.

 

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.