a
lunedì 19 ott 2020
HomeGli strumenti del ciboAB InBev trasforma la birra in disinfettante

AB InBev trasforma la birra in disinfettante

AB InBev trasforma la birra in disinfettante

L’azienda ha donato alla Regione Lombardia e agli Ospedali del Gruppo San Donato 5mila litri di gel mani con il 70% di alcol denaturato.

AB InBev scende in campo ancora una volta a fianco della sanità italiana. La prima azienda di birra al mondo, con oltre 500 marchi,  ha donato oltre 5mila litri di detergente pronti all’uso all’Azienda Regionale Emergenza Urgenza di Regione Lombardia e agli Ospedali del Gruppo San Donato.

L’azienda ha trasformato il suo processo produttivo di birra con orzo e luppolo per ricavare, dalle riserve ottenute, disinfettante con il 70% di alcol denaturato.

L’iniziativa avviata in Italia rientra nel quadro più ampio dell’impegno di AB InBev a livello europeo. In tutta Europa l’azienda ha infatti donato più 120mila litri di gel mani e disinfettanti per aiutare le comunità in cui è profondamente radicata. La birra è prodotta con orzo e ingredienti naturali coltivati a livello locale: è facile intuire, pertanto, quanto sia forte il legame di AB InBev con i territori.

“La fase più complessa dell’emergenza sembra essere finalmente alle spalle e stiamo gradualmente tornando alla normalità. In questo momento, ora più che mai, non dobbiamo abbassare la guardia e dobbiamo continuare ad adottare tutte le misure indicate dalle autorità. Siamo lieti, oggi, di fornire un aiuto concreto agli operatori sanitari e di emergenza, attraverso una delle tante iniziative che AB InBev sta portando avanti nel mondo” commenta Benoit Bronckart, AD Italia e BU President South Europe di AB InBev.

 

Leggi l’articolo: Ab InBev lancia un’inziativa per salvare i bar.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.