Sine e la gastro-fucina napoletana

 

E dopo l’esperienza delivery c’è quella take away. Il mio primo asporto in lockdown è stato da Sine – Ristorante Gastrocratico. L’insegna di viale Umbria, all’angolo con Corso XXII Marzo, è da mesi nella mia to do list.

Il nome del ristorante la dice lunga sulla filosofia di Roberto Di Pinto (nella foto), al timone del ristorante. Sine rappresenta, infatti, l’eliminazione del superfluo, in cucina, in favore del sapore, quello autentico. Il suffisso “gastrocratico”, invece, perché si prefigge di offrire un’esperienza gourmet senza chiedere cifre folli.

Lo chef, con il tatuaggio “Peter Pan è ancora vivo”, non poteva che reagire con fantasia e determinazione a questo momento di crisi. Di Pinto, infatti, durante il lockdown ha deciso di accelerare l’uscita di un progetto – uno dei tanti già cantiere – sviluppato insieme a Martina, moglie e regista della sala. Sine Fucina Napoletana è una sorta di gastronomia 2.0 con una selezione di piatti della tradizione rivisitati con un tocco partenopeo.

Questa volta partirei dai dolci, in una parola, indimenticabili: dai mini babà al rhum con crema al limone e frutti di bosco, alla “Caprese che voleva essere una Sacher”, che non descrivo per non rovinare la sorpresa.

Buono il coniglio in fricassea così come l’ombrina alla plancha e la frisella non con il solito pomodoro, ma con i moscardini alla Santa Lucia e pistacchi in due consistenze.

Per i clienti nostalgici dei primi piatti del locale, Di Pinto ha ideato, invece, delle box. Nei kit “Cucina tu”, per due persone, ci sono tutti gli ingredienti per ricreare, a casa, una ricetta e sentirsi dei veri cuochi. Il risultato è garantito: anch’io sono riuscita a farmi dei deliziosi plin ripieni di genovese di faraona, in soli cinque minuti. Ho notato con piacere anche un packaging ecosostenibile ed elegante.

Obiettivo raggiunto per lo chef che è riuscito nell’intento di trasferire amore e personalità anche nei piatti d’asporto: il risultato è esplosivo.

Visto che ha riaperto i battenti consiglio di prenotare un tavolo perché, oltre a essermi innamorata della carta da parati jungle, si respira una bella atmosfera.

Prezzo: antipasto, piatto principale e dolce (da asporto) a partire da 30 euro.

Viale Umbria 126, 20135, Milano

mail: info@sinerestaurant.com  tel/whatsapp: 3381708473

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO SUL MAG 143.

Sine e la gastro-fucina napoletana

Leave a Reply

Foodcommunity.it
 
è il sito del Gruppo dedicato al business del settore food & beverage nato nel 2016. Il portale ha l’obiettivo di raccontare, attraverso notizie e approfondimenti, lo scenario economico e i protagonisti del mondo enogastronomico in Italia e all’estero.
Grande attenzione è rivolta agli chef stellati e alle aperture di nuovi ristoranti, così come alle mosse delle aziende del food, dalle multinazionali ai piccoli produttori.
Il mondo del cibo raccontato con un approccio economico e il faro puntato sui personaggi più rilevanti del settore (Chef, ristorazione alta gamma, piccoli produttori di eccellenza).
 
Inoltre, ogni due settimane, Foodcommunity.it pubblica contenuti su MAG, il primo quindicinale digitale interattivo dedicato alla business community italiana. In ogni numero: interviste a avvocati, general counsel, amministratori delegati, avvocati, banker, advisor, fiscalisti; studi di settore; interviste; report post awards etc. Fra i grandi appuntamenti annuali di Foodcommunity.it per MAG, i fatturati degli studi e la classifica dei 50 Best Lawyers.

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC srl – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 10.000,00 i.v.

Copyright 2022 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE