Scrivere recensioni false in rete può costituire reato

*di alessandro klun

Scrivere recensioni false in rete, sui numerosi portali dedicati, può costituire reato.

Oltre alla diffamazione, aggravata a mezzo social – art. 595 comma 3, cod. pen. (“Se l’offesa è recata col mezzo della stampa o con qualsiasi altro mezzo di pubblicità, ovvero in atto pubblico, la pena è della reclusione da sei mesi a tre anni o della multa non inferiore a cinquecentosedici euro”), possono integrarsi gli estremi della sostituzione di persona ex art. 494 cod. pen.

Tale norma prevede espressamente che “Chiunque, al fine di procurare a sé o ad altri un vantaggio o di recare ad altri un danno, induce taluno in errore, sostituendo illegittimamente la propria all’altrui persona, o attribuendo a sé o ad altri un falso nome, o un falso stato, ovvero una qualità a cui la legge attribuisce effetti giuridici, è punito, se il fatto non costituisce un altro delitto contro la fede pubblica, con la reclusione fino ad un anno”.

Con riferimento alle recensioni online la fattispecie presuppone la pubblicazione, con nome falso, di un falso giudizio positivo così inducendo in errore la piattaforma e i suoi utenti sull’assegnazione ad una determinata attività di una valutazione favorevole, con l’intento di non consentire loro o comunque ostacolare ogni accertamento sulla veridicità del suo contenuto.

La stessa norma trova applicazione anche nel caso di nick-name- inteso come nome abbreviato (o di fantasia), col quale un utente si collega a determinati servizi Internet, non necessariamente associato ad una reale identità anagrafica – differenti usati di volta in volta per pubblicare recensioni mendaci favorevoli ad uno stesso locale.

Infatti, l’autore di tale condotta, pubblicando volta per volta una recensione differente dalla precedente, assume giuridicamente, caso per caso, differenti generalità, attribuendosi, ogni volta quel falso stato ovvero una qualità richiesti dalla norma citata.

Sul punto è intervenuta anche la Suprema Corte osservando che non può non rilevarsi al riguardo che il reato di sostituzione di persona, …ricorre non solo quando si sostituisce illegittimamente la propria all’altrui persona, ma anche quando si attribuisce ad altri un falso nome o un falso stato ovvero una qualità a cui la legge attribuisce effetti giuridici, dovendosi intendere per “nome” non solo il nome di battesimo ma anche tutti i contrassegni di identità”.

Tuttavia, quanto sopra esposto non può prescindere da una necessaria valutazione del caso concreto.

In particolare, il problema può dirsi escluso nell’ipotesi in cui la policy del portale o della piattaforma di recensioni richieda, ai fini della loro pubblicazione, la comunicazione delle generalità da parte dell’autore, o preveda il ricorso a ad altri specifici e preventivi strumenti diretti a tutelare la propria reputazione e affidabilità posta in discussione proprio dalla larga diffusione delle false valutazioni. 

*a cena con diritto

Scrivere recensioni false in rete può costituire reato

Letizia Ceriani

Foodcommunity.it
 
è il sito del Gruppo dedicato al business del settore food & beverage nato nel 2016. Il portale ha l’obiettivo di raccontare, attraverso notizie e approfondimenti, lo scenario economico e i protagonisti del mondo enogastronomico in Italia e all’estero.
Grande attenzione è rivolta agli chef stellati e alle aperture di nuovi ristoranti, così come alle mosse delle aziende del food, dalle multinazionali ai piccoli produttori.
Il mondo del cibo raccontato con un approccio economico e il faro puntato sui personaggi più rilevanti del settore (Chef, ristorazione alta gamma, piccoli produttori di eccellenza).
 
Inoltre, ogni due settimane, Foodcommunity.it pubblica contenuti su MAG, il primo quindicinale digitale interattivo dedicato alla business community italiana. In ogni numero: interviste a avvocati, general counsel, amministratori delegati, avvocati, banker, advisor, fiscalisti; studi di settore; interviste; report post awards etc. Fra i grandi appuntamenti annuali di Foodcommunity.it per MAG, i fatturati degli studi e la classifica dei 50 Best Lawyers.

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC srl – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 10.000,00 i.v.

Copyright 2022 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE