a
lunedì 21 ott 2019
HomeFoodPesce, per la Lombardia un giro da affari di 1,3 miliardi

Pesce, per la Lombardia un giro da affari di 1,3 miliardi

Pesce, per la Lombardia un giro da affari di 1,3 miliardi

Le imprese del settore ittico sono 31 mila in Italia di cui 1.683 in Lombardia. Prima a livello nazionale per numero di attività è Napoli seguita da Rovigo, Ferrara e Roma.

Secondo un’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati Istat, il commercio estero di pesce conservato e lavorato vale per la Lombardia 1,3 miliardi in un anno. La Regione è prima in Italia con un quarto dell’interscambio totale, che ammonta a 5 miliardi, +3%. In particolare, l’export lombardo nel 2018 ha raggiunto i 188 milioni di euro, +8%.

 

Lago batte mare nelle esportazioni di pesce conservato e lavorato.

Il pesce lavorato e conservato parte soprattutto da Como, prima in Italia con 155 milioni (+9%). La città lariana concentra infatti l’80% dell’export regionale, un terzo circa di quello nazionale e precede Venezia, Rimini e Rovigo. In Lombardia buone performance anche a Brescia (12 milioni +10%) e Milano (6 milioni +33%). I principali Paesi di destinazione del pesce lombardo sono Germania (13% del totale), Grecia (9%) e Svizzera (7%). Nell’import invece è Milano a primeggiare con 694 milioni (+15%), seguita da Venezia, Roma e Napoli a livello nazionale e da Como (135 milioni, +16%), Lodi e Varese in regione.

 

L’Italia comunque importa più di quanto non venda all’estero. L’interscambio nazionale vale 5 miliardi, di cui 4,6 miliardi di import e 456 milioni di export.

 

Il pesce lavorato in Lombardia arriva soprattutto da Spagna (30% del totale, +12%), seguono l’Ecuador (8%, +8%), Paesi Bassi e Francia (5%). In crescita Sri Lanka (+82%), Indonesia e Argentina, +60% circa. Le imprese del settore ittico sono 31 mila in Italia (+0,3%) e 1.683 in Lombardia (+2%). Prima a livello nazionale è Napoli con 2.350 attività, seguita da Rovigo con 2.085, Ferrara con 1.780 e Roma con 1.806.

Il settore prevalente in Italia è quello della pesca con circa 12 mila imprese, seguito dal commercio all’ingrosso, con 8 mila. In Lombardia invece si tratta soprattutto di commercianti all’ingrosso, oltre mille, seguono la vendita al dettaglio ambulante (250), i negozi al dettaglio di pesce e le attività di pesca e acquacultura (circa 200). Il maggior numero di imprese a Milano (778, +3%), Brescia (230), Varese e Bergamo (oltre 100). Emerge da un’elaborazione Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati registro imprese 2018 e 2019.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.