a
venerdì 03 lug 2020
HomeGli strumenti del ciboOrogel – Regione Emilia Romagna, 25 milioni in logistica

Orogel – Regione Emilia Romagna, 25 milioni in logistica

Orogel – Regione Emilia Romagna, 25 milioni in logistica

L’investimento, che prevede 80 assunzioni aggiuntive e cento posti di lavoro nelle campagne dei soci, punta alla razionalizzazione logistica e produttiva degli stabilimenti.

L’azienda di Cesena, specializzata in verdure surgelate e con un fatturato di 266milioni di euro, investe quasi 25 milioni in logisitca, con il supporto di Regione Emilia Romagna.  L’operazione di Orogel si può, quindi, realizzare attraverso i contratti di sviluppo messi in campo dal ministero dello Sviluppo economico e Invitalia.

La cooperativa è formata da 1558 soci e 1954 dipendenti che lavorano una superficie di quasi 9mila ettari. Gli stabilimenti produttivi sono 11, i distributori 49 e, inoltre, Orogel dispone di 17 i centri di ritiro. L’azienda raggiunge così quota 141mila tonnellate di surgelato commercializzato.

L’operazione potrà essere realizzata attraverso la procedura denominata “fast-track”. Questa consente, per progetti di grandi dimensioni e portata strategica una corsia preferenziale di accesso e stanziamento di risorse dedicate.

Il progetto di Orogel punta su una espansione produttiva sostenibile e green. L’orientamento è riconvertire le produzioni della intera propria filiera a “coltivazioni a residuo zero”.

Per questo l’investimento prevede una complessiva razionalizzazione logistica e produttiva degli stabilimenti per penetrare in nuovi mercati di respirto internazionale. L’obiettivo di Orogel è realizzare un nuovo reparto autonomo di confezionamento, liberando spazi da destinare a un potenziamento della capacità produttiva.

Recentemente è stata costituita ed è operativa anche la Orogel Usa, una società che gestisce la vendita dei prodotti della cooperativa sul mercato nord americano.

“Orogel – hanno commentato gli assessori regionali allo Sviluppo economico e Lavoro, Vincenzo Colla e all’Agricoltura Alessio Mammi – ci ha presentato la seconda tappa di un progetto di ampio respiro, incentrato sull’innovazione del prodotto e del processo secondo un modello di economia circolare. Come Regione, attraverso Art-Er, vogliamo anche accompagnare la cooperativa nella realizzazione di questo piano di sviluppo con ricadute occupazionali sul territorio”.

Leggi la notizia: Fattorie Garofalo compra Fattoria Apulia dal Gruppo Amadori.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.