a
giovedì 20 giu 2019
HomeLe professioni del ciboLe Soste: entra Cracco e si farà una fondazione

Le Soste: entra Cracco e si farà una fondazione

Le Soste: entra Cracco e si farà una fondazione

Le Soste, nata nel 1982 per tutelare l’identità italiana della cucina, farà una fondazione con l’obiettivo di promuovere la beneficenza in ambito enogastronomico.
Le Soste, che riunisce i migliori ristoranti di cucina italiana nel nostro paese e in Europa, si evolve. Durante l’assemblea, andata in scena i giorni scorsi, è stato annunciata la volontà di costituire una fondazione.
Sono inoltre cinque i nuovi ristoranti aderenti per la 37esima edizione Le Soste che raggiunge quota 91 associati. Alla prima associazione di ristorazione in Italia, istituita da Gualtiero Marchesi, hanno aderito: Cracco in Galleria a Milano, Magnolia a Cesenatico, Taverna Estia a Brusciano (Napoli), il Bvlgari a Tokyo e Amelia di San Sebastián in Spagna.
Anche quest’anno sono state assegnate le borse di studio per studenti meritevoli diplomati all’Istituto Carlo Porta. Giovani chef, sommelier e pasticceri potranno così iniziare un percorso formativo presso ALMA-la Scuola Internazionale di Cucina, dopo il diploma. Nel 2019 si è stretta anche una nuova partnership con la Fondazione Cecilia Gilardi, che sostiene i giovani talenti della cucina, in collaborazione con l’associazione Ristogolf.

I premi dell’anno sono stati conferiti a: Mauro Uliassi, Simonetta Mosconi, maître di Restaurant Mosconi, Ezio e Renata Santin, Giancarlo Morelli, l’Azienda Agricola Fratelli Bucci, alla selezione di champagne Don Alfonso 1890.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.