Non è più il pomodoro che raggiunge l’azienda ma il contrario. Mutti, infatti, ha deciso di portare la fabbrica sul campo grazie alla costruzione di un prototipo di azienda trasportabile. L’obiettivo è ridurre a zero il trasporto della materia prima e  il tempo tra la raccolta e la trasformazione, che andrebbero, così, a coincidere.

Tutto ciò sarà possibile grazie a una apposita macchina mobile, InstaFactory. L’idea è catturare il momento della maturazione perfetta, direttamente sul terreno scelto e concentrando un intero impianto di lavorazione nello spazio di mille metri.

In venti minuti il raccolto è pronto per essere imbottigliato in una passata a edizione limitata e tracciata, perché porta con sé anche la firma del campo di origine.