a
martedì 20 ott 2020
HomeBeverageMilano capitale internazionale del vino con la Wine Week

Milano capitale internazionale del vino con la Wine Week

Milano capitale internazionale del vino con la Wine Week

La terza edizione della Milano Wine Week, in programma dal 3 all’11 ottobre, si trasforma in un evento business internazionale. L’evento collegherà alcune importanti città del mondo dove si svolgeranno iniziative in contemporanea, diventando una manifestazione digitale fruibile da ogni luogo.
La terza edizione della settimana vinicola milanese è alle porte e rafforza il ruolo del capoluogo lombardo, quale hub per la promozione della cultura del vino. Milano Wine Week 2020 amplierà gli eventi fisici, che saranno fruibili sia dal vivo sia digitalmente tramite la piattaforma Digital Wine Fair.
Professionisti e buyer internazionali potranno collegarsi in diretta da ogni parte del mondo per partecipare alle varie iniziative in palinsesto stando comodamente seduti di fronte al laptop. Il tutto, a beneficio delle cantine e dei consorzi partecipanti che, abbattendo i confini fisici, potranno raggiungere e interagire con un pubblico business più ampio, vedendo moltiplicate le occasioni di contatto e scambio commerciale.
“La Milano Wine Week di quest’anno – dichiara Federico Gordini (nella foto), presidente della kermesse – è il frutto di un grande lavoro di cambiamento, di innovazione e di messa in discussione. Il risultato sarà una manifestazione totalmente adeguata ai nuovi scenari ma ricca di novità che le permetteranno di crescere anche in questo 2020”.
Tra le attività B2B novità assoluta per il mondo del vino saranno i tasting internazionali. Sono quasi 50 gli appuntamenti in calendario, in collegamento digitale con pubblico fisico da Palazzo Bovara o dalle sette sedi estere. Le città partner coinvolte sono: New York, San Francisco, Miami, Toronto, Shenzhen, Shanghai e Mosca. Parallelamente, centralizzati nello storico headquarter si svolgeranno i tasting italiani, ovvero masterclass e walk-around tasting dedicati a operatori, stampa e buyer italiani selezionati dell’horeca.
Fruibili da remoto, in streaming o on demand, saranno anche i tre grandi momenti di formazione e networking.
In questa edizione ci sarà la terza edizione del Wine Business Forum (6 ottobre), che si concentrerà sull’internazionalizzazione in alcuni dei principali mercati dell’export vinicolo italiano. L’8 ottobre va in scena il nuovo Shaping Wine, realizzato in partnership con SDA Bocconi. Si tratta di un momento di riflessione sui trend innovativi e sull’evoluzione degli spazi fisici e virtuali del retail del mondo del vino. Il 9 ottobre è invece la volta della seconda edizione del Wine Generation Forum, dedicato ai “millennials” che lavorano nel settore vinicolo.
Per il pubblico, come da tradizione , la “settimana del vino” inizierà con il consueto brindisi inaugurale con le bollicine di montagna Trentodoc.
Resta confermata l’attivazione di sei wine district, veri e propri sodalizi tra un quartiere, con il suo circuito di bar, ristoranti ed enoteche, e un consorzio di tutela.
Il quartiere Brera / Garibaldi / Solferino sarà appannaggio del Franciacorta, mentre il distretto Eustachi sarà presidiato dal Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese. La zona di Porta Nuova sarà invece brandizzata dal Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG. Isola ospiterà le iniziative del Consorzio delle DOC Friuli Venezia Giulia mentre Porta Romana sarà il regno del Consorzio Tutela Lugana DOC. Il Consorzio dell’Asti e del Moscato d’Asti DOCG presidierà, invece, l’area dell’Arco della Pace e Corso Sempione.
Un ruolo di primo piano avrà anche quest’anno il circuito delle location partner, che ospiteranno altrettanti eventi ideati ad hoc per la MWW. Da Eataly Smeraldo a Signorvino, da CityLife Shopping District alla Santeria, questi alcuni dei luoghi che proporranno un fitto calendario di degustazioni, corsi e aperitivi.
Centinaia di locali e ristoranti milanesi saranno attivati nel corso della manifestazione con iniziative che diano risalto ai vini in carta sia all’interno delle strutture sia utilizzando i servizi di delivery.
“Ripartire nel rispetto delle norme – puntualizza Gordini – è indispensabile. La manifestazione si svolgerà nel rispetto di un protocollo normativo studiato per permettere una fruizione dei contenuti e delle esperienze nella massima sicurezza”.

 Il programma complessivo degli eventi, aggiornato in tempo reale, si trova sul sito ufficiale.

Ascolta Foodcommunity Confidential con Federico Gordini

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.