Melegatti: l’asta va deserta, ora rischia la chiusura

Dopo 124 anni potremmo non trovare sotto l’albero il pandoro Melegatti. C’è infatti grande incertezza sul futuro dell’azienda veronese conosciuta nel mondo per avere inventato il famoso dolce natalizio.

 

Nonostante le numerose manifestazioni d’interesse arrivate nelle ultime settimane, ai due curatori fallimentari Bruno Piazzola e Lorenzo Miollo non è arrivata alcuna offerta per rilevare l’azienda di San Giovanni Lupatoto, dichiarata fallita dal Tribunale di Verona il 29 maggio scorso. La base era fissata in 18 milioni di euro, con offerte accettate già a partire dai 13,5 e rialzi di 20 mila euro.

 

La decisione definitiva torna quindi di nuovo nelle mani del Tribunale che potrebbe svolgere una nuova asta oppure avviare la procedura fallimentare, con tutto ciò che ne consegue: la verifica dello stato passivo, il programma di liquidazione e la vendita, i tempi lunghi e il blocco della produzione, il rischio di intaccare il mercato e l’efficienza delle macchine, a cui in questi mesi hanno lavorato 11 dei 50 dipendenti fissi proprio per mantenere gli impianti dello stabilimento di San Giovanni Lupatoto  pronti per il riavvio della produzione.

 

Potrebbe manifestarsi una terza opzione, la possibilità di creare una cooperativa da parte dei dipendenti Melegatti, che rilevi l’azienda mediante un contratto d’affitto e riattivi subito la produzione per generare liquidità con cui ripianare progressivamente il debito che ha raggiunto i 50 milioni di euro.

 

“Alla luce dell’esito del primo bando d’acquisto restano due certezze: la prima è che il gruppo Melegatti e i suoi lavoratori rappresentano una eccellenza del territorio; la seconda certezza è che l’attuale fase, importante e delicata, di individuazione di un soggetto imprenditoriale che abbia la capacità di rilanciare la storica azienda, è tutt’altro che conclusa – dichiara l’assessore al lavoro della Regione Veneto, Elena Donazzan -. Ho chiesto direttamente al Ministero del Lavoro di poter avere indicazioni sui tempi per l’erogazione della cassa integrazione straordinaria ai dipendenti di Melegatti”.

Melegatti: l’asta va deserta, ora rischia la chiusura

Leave a Reply

Foodcommunity.it
 
è il sito del Gruppo dedicato al business del settore food & beverage nato nel 2016. Il portale ha l’obiettivo di raccontare, attraverso notizie e approfondimenti, lo scenario economico e i protagonisti del mondo enogastronomico in Italia e all’estero.
Grande attenzione è rivolta agli chef stellati e alle aperture di nuovi ristoranti, così come alle mosse delle aziende del food, dalle multinazionali ai piccoli produttori.
Il mondo del cibo raccontato con un approccio economico e il faro puntato sui personaggi più rilevanti del settore (Chef, ristorazione alta gamma, piccoli produttori di eccellenza).
 
Inoltre, ogni due settimane, Foodcommunity.it pubblica contenuti su MAG, il primo quindicinale digitale interattivo dedicato alla business community italiana. In ogni numero: interviste a avvocati, general counsel, amministratori delegati, avvocati, banker, advisor, fiscalisti; studi di settore; interviste; report post awards etc. Fra i grandi appuntamenti annuali di Foodcommunity.it per MAG, i fatturati degli studi e la classifica dei 50 Best Lawyers.

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC srl – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 10.000,00 i.v.

Copyright 2022 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE