a
martedì 30 nov 2021
HomeFoodMangia e scappa: cosa si rischia giuridicamente?

Mangia e scappa: cosa si rischia giuridicamente?

Mangia e scappa: cosa si rischia giuridicamente?

di alessandro klun*

A distanza di oltre 25 anni dalla sua uscita nelle sale , con la speranza di non spoilerare nessuno, una delle scene più divertenti del film I laureati, diretto e interpretato da Leonardo Pieraccioni, è senza dubbio quella della fuga goliardica organizzata dai quattro protagonisti per non pagare il conto del ristorante, complice l’ignaro cameriere.

Il richiamo cinematografico offre lo spunto, a cinefili e non,  per una domanda: chi si allontana dal ristorante senza aver pagato il  conto cosa rischia giuridicamente?

La risposta presuppone la consapevolezza che quello tra cliente e ristoratore è un vero e proprio contratto in forza del quale il cliente, consumato il piatto che ha ordinato al prezzo indicato, è obbligato a pagarlo.

Ma cosa succede se a questo punto abbandona il locale nella speranza di sottrarsi a tale obbligo? Può essere perseguito per insolvenza fraudolenta in base all’art. 641 del Codice penale se ordina e consuma sapendo di non voler pagare!

Ma il ristoratore cosa può fare per impedire il tentativo di fuga? Non potendo né trattenere fisicamente il cliente – salvo incorrere nel più grave sequestro di persona – né obbligarlo ad esibire un documento d’identità, il titolare del locale non può far altro che chiedere l’intervento delle forze dell’ordine sul posto e sporgere querela, contro ignoti se non conosce le generalità.

In conclusione, ricordando nella pellicola l’emblematica espressione del cameriere che si lamenta del fatto di essere stato lui stesso a dare il via alla “competizione”, un giusto mix tra rimedi giuridici e nuove tecnologie potrebbe ostacolare la fuga del cliente a sbafo.

*A cena con diritto

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.