a
martedì 30 nov 2021
HomeFoodLa guida Gambero Rosso 2022

La guida Gambero Rosso 2022

La guida Gambero Rosso 2022

Guida Gambero Rosso 2022: il momento tanto atteso è arrivato. La trentaduesima edizione vede in cima alla classifica Niko Romito che con il suo Castel di Sangro e 96 punti supera addirittura Osteria Francescana (95) e La Pergola a Roma (95). A seguire con 94 punti Le Calandre a Rubano [Pd]; Piazza Duomo ad Alba [Cn] e Uliassi a Senigallia [An]. Per un totale di 41 ristoranti premiati col massimo riconoscimento, le “Tre Forchette“. Un totale di 2.700 locali e 245 novità. Sorprendetemente i nuovi ingressi sono tutti al Centro-Sud. Ottengono le ambite Tre Forchette i ristoranti Dani Maison a Ischia (Napoli), Idylio by Apreda del The Pantheon Iconic Rome Hotel (Roma), Andreina a Loreto (Ancona), Enoteca La Torre a Villa Laetitia (Roma). I ristoranti premiati con Tre Gamberi salgono invece a 42.

Tra i premi speciali, quello di cuoco emergente è stato designato Luigi Salomone di Re, Santi e Leoni a Nola (Napoli), Bu:r a Milano è premiato per l’innovazione in cucina, mentre Dalla Gioconda a Gabicce Mare (Pesaro Urbino) è la novità dell’anno.

 

 

“Un anno importante per la ristorazione italiana che ha dimostrato grande capacità di evoluzione e di adattamento” dichiara Paolo Cuccia Presidente di Gambero Rosso “Esperti professionisti che sono da sempre portavoce dei prodotti d’eccellenza del nostro Paese ed esempio per chiunque voglia intraprendere e approfondire questo mestiere. Da quest’anno, i vertici delle nostre guide sono invitati  a far parte del Comitato Scientifico organizzato dalla Fondazione Gambero Rosso, senza scopo di lucro, che attraverso studi e ricerche sulle prospettive occupazionali individua le esigenze di formazione per la creazione personale altamente qualificato in tutti i campi del comparto agroalimentare.”

“La ristorazione italiana è l’orgoglio del nostro made in Italy” continua l’Amministratore Delegato Luigi Salerno.“I maestri della cucina italiana non si sono mai arresi anche in questo difficile anno e hanno mantenuto alti gli standard nonostante le difficoltà che hanno ostacolato il loro lavoro. I professionisti della ristorazione, con il loro impegno e la loro dedizione, hanno reso e rendono ogni giorno la nostra arte culinaria ineguagliabile agli occhi del mondo.”

Di Camilla Rocca

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.