a
mercoledì 14 nov 2018
HomeLe tavole della leggeLa gastronomia, da banco23, diventa rifugio per buongustai

La gastronomia, da banco23, diventa rifugio per buongustai

La gastronomia, da banco23, diventa rifugio per buongustai

di Francesca Corradi

Un locale che è un concentrato di tre anime – gastronomia, bistrot e caffè – che nasce poco più di un anno fa dall’idea dei fratelli La Scala. Giuseppe, avvocato d’affari e fondatore dello studio La Scala; Maria Pia (nella foto), head of marketing & communication di Behind the Cloud; e Filippo, amministratore delegato di Garnell.  Parliamo di banco23.
Al civico 23 di via Ravizza a Milano, il locale può essere frequentato tutto il giorno: a colazione, a pranzo, per un aperitivo dopo il lavoro, da poche settimane anche nella versione prolongée, a cucina (da giovedì a sabato).

Il format, che verrà presto replicato, prevede sia l’acquisto di prodotti enogastronomici di alta qualità, tanti Dop o Presidio Slow Food in bella mostra al bancone di cinque metri, sia il loro consumo al tavolo attraverso i piatti espressi cucinati dalla chef Michela Lucci (nella foto a destra) al comando della brigata di cucina. 

Gli interni sono lineari ed essenziali – niente fronzoli o colori accesi perché l’attenzione è tutta per il cibo – e i quaranta coperti sono saggiamente distribuiti, la funzionalità ahimè prevale sull’intimità.
Più volte ho mangiato a banco23 e ne sono uscita sempre soddisfatta, alcune volte è riuscito persino a superare le mie aspettative.

Dal lato ristorativo nulla è lasciato al caso e la qualità, a tavola, parte dal cestino di pane del Forno Grazioli di Legnano, insieme a Longoni uno dei panifici più “quotati” del settore. Il menu cambia settimanalmente in base alle stagioni e all’estro dello chef: in carta, oltre alla dozzina di proposte giornaliere, c’è un’ampia scelta di pietanze a base di salumi e formaggi provenienti direttamente dal banco. La specialità della casa è senz’altro il risotto, ora proposto con barbabietola e gocce di erborinato da abbinare, per ingannare l’attesa, con un’ insalata crudaiola con funghi champignon e speck o crauto viola e formaggio Bra Dop. Il pranzo può tranquillamente proseguire con…

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA QUI E SCARICA GRATIS LA TUA COPIA DI MAG

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.