a
sabato 23 gen 2021
HomeFoodSettore ittico: in Italia la pesca vale 754 milioni di euro

Settore ittico: in Italia la pesca vale 754 milioni di euro

Settore ittico: in Italia la pesca vale 754 milioni di euro

L’Italia è il secondo maggior produttore di pesca nel Mediterraneo e Mar Nero, con volumi di poco inferiori alle 250mila tonnellate (il 15% del totale) e un valore di 754 milioni di euro (il 29% del totale).  Questo è quanto emerge dai dati pubblicati su Libro bianco italiano Bluemed, presentato il 20 dicembre a Roma nel corso del convegno “L’Italia della ricerca per la crescita blu nel Mediterraneo”: una giornata per la divulgazione della ricerca sul mare, in collaborazione tra Cnr, Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca (Miur) e Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale (Maeci).

“Il libro bianco mira alla definizione di traiettorie future per una crescita sostenibile dei settori legati al mare, affrontando le complesse interazioni tra ricerca, settori privati e responsabili politici – spiega Fabio Trincardi, direttore del Dipartimento di scienze del sistema terra e tecnologie per l’ambiente (Cnr-Dta). In particolare l’indagine ruota attorno a cinque driver – alimentazione, trasporti, turismo, energia, prodotti chimici e materiali – sviluppando un approccio scientifico che supporti i processi decisionali, promuova la cooperazione e la ricerca per aumentare la competitività, ampli le frontiere della conoscenza e sostenga soluzioni innovative”.

Le soluzioni proposte dalla ricerca scientifica e dall’innovazione tecnologica in questo contesto sono, tra le altre: “un approccio eco-sistemico della gestione della pesca per ovviare al problema dell’attuale sovra sfruttamento dell’85% degli stock ittici e lo sviluppo di sistemi di allevamento sostenibili, salubri e innovativi, poiché da questo settore giunge il 25% del pesce consumato, di cui è previsto il raddoppio in pochi anni – prosegue Trincardi -. Per i porti è necessario promuovere la digitalizzazione della catena logistica e innovare la produzione e lo stoccaggio di energia”.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.