a
mercoledì 19 giu 2019
HomeFoodPesce d’allevamento: un giro d’affari da 288 milioni

Pesce d’allevamento: un giro d’affari da 288 milioni

Pesce d’allevamento: un giro d’affari da 288 milioni

L’allevamento di pesce in Italia è cresciuto del 3,2% e, con 59 mila tonnellate di prodotto, ha raggiunto i 288 milioni di euro.

L’Italia è tra i maggiori allevatori in Europa di trota, la protagonista del settore, con oltre 35mila tonnellate per quasi 115 milioni di euro. A segnare il maggiore incremento è però l’orata, con una produzione salita del 24% in valore che sfiora i 74 milioni e del 25% in quantità con 9.500 tonnellate.

Il comparto, considerato tra i più promettenti del food made in Italy, sarà oggetto di riflessione ad Aquafarm 2019. La fiera internazionale sul pesce d’allevamento, che ha visto aumentare gli espositori dell’80% in due anni, andrà in scena a Pordenone il 13 e 14 febbraio 2019.

“Quando parliamo di sicurezza alimentare e di tracciabilità – ha detto il presidente dell’Associazione Piscicoltori Italiani, Pier Antonio Salvador tra gli organizzatori della manifestazione Aquafarm 2019 – non c’è paragone tra il pesce pescato e quello allevato. I nostri allevamenti seguono criteri rigorosi per offrire un prodotto sempre fresco, sicuro e controllato, in grado di soddisfare la crescente domanda di pesce pregiato a costi contenuti”.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.