a
domenica 25 ott 2020
HomeFoodHamerica’s si apre al franchising e punta ai 50 locali

Hamerica’s si apre al franchising e punta ai 50 locali

Hamerica’s si apre al franchising e punta ai 50 locali

Il format di ristorazione italiano Hamerica’s – che fa cucina statunitense e dove l’hamburger è protagonista – ha già raggiunto quota 22 punti vendita. Il gruppo non si ferma e ha avviato un piano di sviluppo importante con ristoranti sia a gestione diretta che franchising.

“Si aprono ottime prospettive di inserimento in posizioni interessanti”, racconta a Pambianco Wine&Food Ivan Totaro, socio fondatore di Hamerica’s -. Oggi si affacciano piccole catene non strutturate per essere acquisite, e questo potrebbe fare da acceleratore per il nostro sviluppo, offrendoci la possibilità di entrare in posizioni interessanti e diventate problematiche per chi le gestisce”.

Hamerica’s, a Bologna, è entrata in sostituzione di un altro marchio dell’hamburger in via Fioravanti, di fronte alla sede dei nuovi uffici comunali. La prossima apertura diretta è prevista a Genova.

Milano resta però la città di riferimento per Hamerica’s, con otto locali, seguono il capoluogo emiliano con quattro e Padova con tre punti vendita.

L’inaugurazione ad Aosta, fissata per novembre, rappresenta il secondo locale in franchising dopo quello di Vicenza.

“La mia idea iniziale era di arrivare a 50 punti vendita diretti. Poi abbiamo visto che i ristoratori ci mettono a disposizione location molto belle e centrali e che danno risultati interessanti fin dal primo momento. Quindi i piani sono cambiati e vogliamo arrivare a 30 diretti e 20 franchising”, spiega Totaro.

Hamerica’s ha chiuso il 2019 con 15 locali avviati e un business da 11 milioni. Per il 2020 il format stima di raggiungere i 16 milioni e salire a 22 locali.

Il delivery è naturalmente cresciuto, e oggi genera quasi il 20% del giro d’affari.

Oltre alla crescita, la sfida di Hamerica’s è quella di sviluppare locali sempre diversi. Tra gli investimenti messi in cantiere c’è la realizzazione già effettuata di un impianto per affumicare le carni, poi cucinate nei propri store, attraverso una joint venture con la riminese Beestrò.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.