a
mercoledì 21 ott 2020
HomeFoodFrancesco Trapani (ex Bulgari) investe in Foodation

Francesco Trapani (ex Bulgari) investe in Foodation

Francesco Trapani (ex Bulgari) investe in Foodation

Foodation, holding di alcune catene di ristoranti attivi nella pizza con il brand “Briscola – Pizza Society”, nel kebab gastronomico attraverso “Mariù” e nell’hamburger con “Polpa – Burger Trattoria” fondata da Riccardo Cortese e Federico Pinna (nella foto da sx) nel 2014 , ha aperto le porte a un nuovo investitore. Si tratta di Francesco Trapani, ex ceo di Bulgari, che ha rilevato il 53%di Foodation, attraverso la sua Argenta holding.

Per il momento ha messo sul piatto tra i cinque e i dieci milioni di euro, ma secondo fonti di mercato ci dovrebbe essere un secondo round di investimento – che definiscono “molto più significativo” dal punto di vista finanziario – nel giro di un anno circa, per supportare i piani di sviluppo futuri.

Foodation guarda allo stile anglosassone, con poco personale di sala (grazie alla gestione digitale e ‘da banco’ degli ordini), risorse risparmiate per puntare piuttosto sulle materie prime.

Con le risorse la società punta a razionalizzare i brand in portafoglio legati al settore dell’hamburger con l’obiettivo di riunirli sotto il marchio “Polpa – Burger Trattoria” e ad accelerare il percorso di crescita di “Briscola – Pizza Society”, soprattutto sul mercato estero, con l’apertura di alcuni nuovi ristoranti a Londra dal 2018.

Ad oggi “Briscola”, che ha vinto il premio di miglior pizzeria nel 2015, conta su tre punti vendita tra Milano e Firenze. Per l’espansione del network si punta “su posizioni “premium” in vie ad elevato passaggio e l’incremento dell’offerta con prodotti a marchio”.

Il piano di sviluppo del marchio, che attualmente conta tre punti vendita tra Milano e Firenze, si concentrerà sia sull’upgrade del brand sia sull’incremento del numero di location. Sul primo fronte, è previsto un ampliamento delle dimensioni delle location, la ricerca di posizioni “premium” in vie ad elevato passaggio e l’incremento dell’offerta con prodotti a marchio. È previsto un importante piano di nuove aperture di location di proprietà a Milano e all’estero a cominciare da Londra nel 2018 e con l’obiettivo di divenire in breve tempo un brand di riferimento della pizza napoletana dapprima sul mercato britannico e, a tendere, in Europa.

I due fondatori di Foodation restano azionisti della società con una quota complessiva del 28% e guideranno il progetto di sviluppo.

“L’Italia è la patria riconosciuta e indiscussa della pizza nel mondo ma, nonostante una crescente domanda di food made in Italy, il mercato mondiale della pizza è dominato da marchi stranieri che propongono un prodotto molto distante dalla pizza partenopea – ha commentato Trapani – La qualità dell’elevata proposta gastronomica unita a un ambiente cosmopolita e a un concetto assolutamente innovativo come quello del #pizzasharing rappresentano elementi unici e distintivi in grado di consentire a Briscola Pizza Society di diventare il brand di riferimento della pizza napoletana in Europa”, ha aggiunto. “L’apporto di nuove risorse finanziarie e manageriali consentiranno di rafforzare ulteriormente il processo di crescita di Foodation con l’obiettivo di continuare a individuare soluzioni per rispondere alle nuove esigenze di un pubblico sempre più eterogeneo che chiede di mangiare in tempi più rapidi a un prezzo accessibile senza però mai rinunciare alla qualità del prodotto e a un ambiente piacevole”, hanno notato da parte loro Cortese e Pinna.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.