a
martedì 25 gen 2022
HomeBeverageCantele festeggia i 20 anni di Amativo e i 5 milioni di fatturato della cantina

Cantele festeggia i 20 anni di Amativo e i 5 milioni di fatturato della cantina

Cantele festeggia i 20 anni di Amativo e i 5 milioni di fatturato della cantina

Augusto Cantele, per primo in tutta la Puglia, decise di creare un vino capace di coniugare al meglio la forza e la morbidezza del Primitivo con la struttura e la complessità del Negroamaro. Nasceva così 20 anni fa Amativo, che nel nome come nel calice, porta in sé i due vitigni più importanti e noti della Puglia. Negli anni quello che era iniziato come poco più che un esperimento ha fatto da apripista e ha contribuito a far conoscere le potenzialità che i due vitigni possono offrire insieme, conseguendo successo e apprezzamento sempre crescenti in Italia e nel mondo. Oggi Cantele ha un fatturato complessivo di 5 milioni di euro per un totale di 1,5 milioni di bottiglie prodotte di cui il 60% va veduta all’estero.

I quattro cugini Gianni e Paolo, Umberto e Luisa, che rappresentano la terza generazione della famiglia Cantele, insieme a Domenico, festeggiano il successo di questo grande vino:

“Siamo molto orgogliosi del nostro Amativo: oltre a essere l’unico blend della nostra azienda, per noi ha un grande valore affettivo essendo indissolubilmente legato a mio padre Augusto che ora non c’è più – afferma Paolo Cantele, Responsabile Commerciale Italia – Amativo rappresenta il nostro legacy wine in quanto ha segnato il passaggio di testimone tra i nostri genitori, Augusto e Domenico, e noi: mio fratello Gianni, enologo dell’azienda, i miei due cugini, Umberto e Luisa e io. Allo stesso tempo lo consideriamo il nostro prodotto simbolo anche perché è un vino non facile da produrre, essendo frutto di due vitigni molto diversi che hanno tempi di raccolta differenti e proprio per questo ci sembra rappresentativo dell’impegno, del carattere e della continuità di visione che attraversa le generazioni della nostra famiglia.”

Cantele si trova a Guagnano nel Salento e rappresenta una delle più importanti aziende vinicole della Puglia. La storia dell’azienda ha inizio negli anni Cinquanta con “una emigrazione al contrario”, con Giovanni Battista Cantele e sua moglie Teresa Manara che da Imola si trasferiscono al Sud spostando la famiglia nel Salento. Negli anni Settanta i figli Augusto e Domenico danno una svolta decisiva all’impresa di famiglia con l’acquisto dei primi vigneti che oggi si compongono di 50 ettari di proprietà e 150 in conduzione.

 

 

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.