a
lunedì 14 ott 2019
HomeGli strumenti del ciboAumento di capitale per la startup Chef in Camicia

Aumento di capitale per la startup Chef in Camicia

Aumento di capitale per la startup Chef in Camicia

La piattaforma web di intrattenimento per millennials sul mondo del food amplia l’offerta e approda in tv grazie a Mega Holding e 1,2 milioni di euro.

 

 

Chef in Camicia, la startup digitale nata nel 2015 dall’idea di tre chef e specializzata nella produzione di video-ricette rivolte ai millennials, si trasforma in media company grazie ad un aumento di capitale e al conseguente ampliamento dell’offerta al pubblico.

Una cordata di imprenditori guidata dalla società di investimento nel settore food Mega Holding ha deciso di puntare sulla realtà milanese, con una community di oltre 2 milioni di persone e visualizzazioni dei contenuti per oltre 100 milioni di click all’anno. L’aumento di capitale, pari a 1,2 milioni di euro, servirà ad arricchire l’attuale palinsesto di ricette, recensioni e approfondimenti con un programma televisivo, una piattaforma internazionale di e-learning e numerosi nuovi format web in arrivo per i giovani amanti del foodtainment, ovvero l’intrattenimento legato all’arte del cibo e della cucina.

Entro fine anno si assisterà, inoltre, anche all’uscita del primo libro di Chef in Camicia, una raccolta che trasporta su carta le ricette e le elaborazioni più apprezzate sui canali online del gruppo.

Con la produzione di contenuti, che nel 2018 ha superato i mille video, crescono anche: gli studi di registrazione, con 400 mq di spazio tra gli uffici e le tre nuove cucine nel MH Hub in via Riva di Trento a Milano, il team, che verrà portato a 30 elementi entro la fine di dicembre dai 13 membri di inizio 2019, e la community, con l’obiettivo di raggiungere entro la fine del 2020 i 3 milioni di persone.

“Una community che rappresenta il punto di forza dell’intero progetto – spiega Nicolò Zambello, ceo di Chef in Camicia – dal momento che non si limita a fruire passivamente dei contenuti digitali che proponiamo quotidianamente, ma interagisce molto, dandoci così la cifra della qualità del nostro lavoro e gratificando il nostro impegno. Solo nel secondo quadrimestre del 2019, il migliore di sempre, abbiamo totalizzato circa 40 milioni di visualizzazioni e 3 milioni di interazioni, raggiungendo un pubblico prevalentemente giovane attraverso Instagram e Youtube e uno più eterogeneo con Facebook.”

Il successo del progetto è supportato anche dai dati di crescita del fatturato, che ha visto registrare un aumento a tre cifre fin dalla nascita: l’obiettivo per il 2019 è raggiungere 1,4 milioni, ovvero +105% rispetto al 2018. Alla cordata guidata da Mega Holding, ha partecipato, tra le altre, Maider, società di private equity e venture capital guidata da Andrea Marangione.

 

Nella foto: Nicolò Zambello, Andrea Navone e Luca “Lello” Palomba

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.