a
mercoledì 14 nov 2018
HomeBeverageAspi e Onav premiano il miglior sommelier e assaggiatore d’Italia

Aspi e Onav premiano il miglior sommelier e assaggiatore d’Italia

Aspi e Onav premiano il miglior sommelier e assaggiatore d’Italia

Domenica 7 ottobre, al Grand Visconti Palace di Milano, Aspi – Associazione della sommellerie professionale italiana – e Onav – Organizzazione nazionale assaggiatori di vino, decreteranno rispettivamente  il miglior sommelier d’Italia e il miglior assaggiatore.

Il concorso vedrà protagonisti 12 sommelier professionisti Aspi e sei Assaggiatori Onav che si contenderanno rispettivamente l’eredità di Gabriele Del Carlo, vincitore Aspi dell’edizione 2017, e quella di Gianluca Alaimo di Loro, vincitore Onav 2017.

A giudicare i candidati Aspi ci sarà una giuria composta dal Presidente Giuseppe Vaccarini e dai Presidenti delle associazioni di sommellerie europee, dai vincitori delle scorse edizioni del concorso e dai giornalisti del settore, con la partecipazione dell’esperto internazionale Jean Pallanca, former President e Presidente Onorario dell’associazione dei sommelier di Monaco, Franko Lukez, Presidente dei Sommelier di Croazia, in rappresentanza di Asi. I sei finalisti di Onav, invece, si troveranno alle prese con una prova di dieci domande teoriche e riconoscere nei dettagli sei vini scelti fra le eccellenze della enologia italiana. A valutarli il presidente del comitato scientifico Onav, Prof. Vincenzo Gerbi, il Presidente Onav Vito Intini, la Vice Presidente Teresa Bordin, il Presidente Onorario Lorenzo Marinello e il Direttore Generale Francesco Iacono. Alle 18 i vincitori saranno incoronati dai Presidenti delle due associazioni.

Professionisti, operatori e appassionati di vino potranno partecipare alla manifestazione e degustare i migliori vini selezionati dalle due associazioni per il Banco d’Assaggio “Con il naso all’ingiù”, in programma dalle 10 alle 15. La partecipazione è gratuita consentirà di degustare i vini delle oltre 30 aziende partecipanti.

«Il sommelier è la voce della cultura enogastronomica nel mondo – dichiara il Presidente Giuseppe Vaccarini (Aspi) -. La sua è una figura che merita di essere riconosciuta e valorizzata. Parliamo di una professione che si costruisce con tanto studio, con dedizione e con un’incredibile passione. Senza passione non si diventa sommelier. Ed è questo che più di ogni altra cosa ci raccontano le storie dei candidati in corsa per diventare il nuovo Miglior sommelier d’Italia Aspi. A questi ragazzi e ragazze dobbiamo riconoscere una tenacia e una competenza non comuni ed è per questo che anche quest’anno non vedo l’ora di poter premiare il migliore».

«Alla base di questo premio – dichiara il Presidente Vito Intini (Onav) – c’è sempre il piacere del gioco, anche solo per giocare e non necessariamente per vincere. Per mettere alla prova le proprie conoscenze e magari per riflettere su quanto sia ricco e variegato il mondo del vino, ma anche di quanto necessiti di un dialogo. Ecco perché abbiamo voluto condividere questa bella occasione con Aspi: un altro modo per comunicare al mondo del vino che le nostre due associazioni continuano la loro intesa verso una collaborazione sempre più sinergica”.

 

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.