a
mercoledì 21 ago 2019
HomeFoodAcetaia Giusti apre una filiale a New York – AUDIO

Acetaia Giusti apre una filiale a New York – AUDIO

Acetaia Giusti apre una filiale a New York – AUDIO

L’oro nero di Modena conquista gli Stati Uniti che rappresenta oggi per Acetaia Giusti il 10% del mercato, dopo la Germania in cui si tocca il 15%. Seguono Corea del Sud, Giappone Francia e Australia.

Acetaia Giusti, la più antica realtà al mondo di balsamico raccontata sul MAG 110, ha inaugurato la prima filiale commerciale americana nella Grande Mela.

Ascolta il commento alla notizia dell’amministratore delegato Claudio Stefani Giusti.

Dopo l’apertura nel 2017 della prima succursale estera in Corea del Sud quella statunitense conferma il processo di internazionalizzazione del brand nei mercati chiave per l’export del made in Italy.

Una visione strategica che nasce proprio dal grande appeal che l’aceto balsamico Giusti esercita nel mondo, anche grazie alla capacità dell’azienda di raccontare il meglio della tradizione di un’intera regione, attraverso un prodotto di qualità.

La realtà da 8,5 milioni di fatturato è presente in oltre 60 i Paesi in cui realizza il 60% del suo fatturato.

“L’apertura di una filiale negli Stati Uniti è per noi allo stesso tempo un traguardo, una conferma e una sfida” – afferma l’amministratore delegato di Acetaia Giusti Claudio Stefani Giusti (nella foto). “Crediamo molto nel valore del nostro prodotto e del know-how acquisito, e ne conosciamo l’enorme potenziale attrattivo nel mondo; per questo stiamo investendo molto in termini di risorse ed energie per sviluppare una rete commerciale estera che sia sempre più strutturata, in grado di soddisfare la crescente richiesta del mercato. È una grande soddisfazione vedere i nostri prodotti esposti nei migliori department store e negozi di specialità del mondo, segno della sensibilità trasversale dei consumatori verso la qualità e verso aziende che con il loro prodotto riescono a trasmettere l’amore per una terra, una storia, una tradizione”.

Contestualmente cresce anche l’investimento sull’Italia, con l’espansione della rete commerciale, dei dipendenti e dell’investimento sull’accoglienza: dall’apertura del nuovo Museo Giusti a Ottobre 2018, sono stati registrati 25mila visitatori con un tasso di crescita del 50% rispetto all’anno precedente.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.