Quale acqua scegliere?

Dall’emergenza idrica, alla crisi dell’approvvigionamento di CO2 per la produzione di bevande gassate, è ormai diffusa la consapevolezza di quanto l’acqua sia ormai un bene di lusso. QualeScegliere.it, un portale che, con circa 13 milioni di visite all’anno, analizza e confronta varie categorie merceologiche per semplificare le scelte d’acquisto dei consumatori, propone una guida dedicata all’acqua.

In base ai dati raccolti, l’interesse degli italiani per l’acqua minerale non è recente: negli ultimi 14 mesi (luglio 2021/agosto 2022), sono state oltre 36mila le visite rilevate alle pagine sul tema. Analizzando i profili degli utenti emerge come questi siano divisi equamente tra donne (50,3%) e uomini (49,7%). Gli utenti più attivi hanno tra i 25 e i 34 anni (31,7%) e a seguire la fascia 35-44 anni (22,8%); ma non mancano certo le visite dei giovanissimi (13,7% per gli utenti tra i 18 e i 24 anni) e dei più maturi (13,9% per gli utenti tra i 45 e i 54 anni, 9% dai 55-64enni e l’8,9% dagli over65). Dal punto di vista dell’interesse regionale spiccano la Lombardia (11 visite ogni 10mila abitanti), il Lazio, la Liguria (entrambe con 10 visite) e l’Emilia- Romagna (con 6 visite).

In commercio sono disponibili diverse tipologie di acqua minerale, ciascuna con caratteristiche peculiari ma effetti e conseguenze sull’organismo variabili a seconda della singola persona. Ma come scegliere l’acqua giusta per sé stessi?

Il residuo fisso (ovvero la quantità di sali minerali presente dopo aver sottoposto l’acqua a evaporazione) e la presenza o meno di gas sono i due elementi più importanti per effettuare la scelta. Per decidere quale acquistare tra le moltissime marche in commercio basta guardare l’etichetta sulla bottiglia, che per trasparenza nei confronti dei consumatori riporta tutti i parametri analitici più importanti.

Alcuni prodotti sono però da evitare. Nitrati e Metalli pesanti non dovrebbero essere contenuti affatto o, in caso contrario, dovrebbero essere presenti in quantità minime. I valori da valutare sulla base delle proprie esigenze sono invece il residuo fisso il ph e i sali minerali.

Nonostante la comodità e praticità delle confezioni in plastica, il vetro è la soluzione più sostenibile, oltretutto si accompagna anche ad una maggior qualità del prodotto: se ben conservata, l’acqua minerale ha una scadenza di un anno per le bottiglie in PET o di due anni se imbottigliata in vetro. Per una corretta conservazione è importante non esporre la bottiglia alla luce diretta del sole o a fonti di calore, e assicurarsi sempre di aver chiuso bene il tappo. È sconsigliato l’utilizzo di ghiaccio, in quanto potrebbe modificare il gusto e alterare il sapore della vostra acqua preferita.

Se già nella vita di tutti i giorni l’acqua minerale svolge un ruolo fondamentale, diventa ancora più indispensabile durante i 9 mesi di gravidanza. Durante questo periodo infatti bisogna mantenere il corretto equilibrio idrico in modo da favorire il livello ideale di liquido amniotico al feto e il suo sviluppo. Inoltre, è importante compensare il livello di sali minerali nella madre che durante la gestazione li rilascia al piccolo in grembo. Altro motivo per bere acqua in gravidanza è l’effetto benefico sulla digestione e sulla ritenzione idrica. L’acqua minerale in gravidanza, quindi, deve avere determinati requisiti che sono: oligominerale o minerale; pH tra 5 e 7,5; calcio; nitrati; sodio.

Quale acqua scegliere?

Letizia Ceriani

Foodcommunity.it
 
è il sito del Gruppo dedicato al business del settore food & beverage nato nel 2016. Il portale ha l’obiettivo di raccontare, attraverso notizie e approfondimenti, lo scenario economico e i protagonisti del mondo enogastronomico in Italia e all’estero.
Grande attenzione è rivolta agli chef stellati e alle aperture di nuovi ristoranti, così come alle mosse delle aziende del food, dalle multinazionali ai piccoli produttori.
Il mondo del cibo raccontato con un approccio economico e il faro puntato sui personaggi più rilevanti del settore (Chef, ristorazione alta gamma, piccoli produttori di eccellenza).
 
Inoltre, ogni due settimane, Foodcommunity.it pubblica contenuti su MAG, il primo quindicinale digitale interattivo dedicato alla business community italiana. In ogni numero: interviste a avvocati, general counsel, amministratori delegati, avvocati, banker, advisor, fiscalisti; studi di settore; interviste; report post awards etc. Fra i grandi appuntamenti annuali di Foodcommunity.it per MAG, i fatturati degli studi e la classifica dei 50 Best Lawyers.

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group S.p.A.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC Publishing Group S.p.A. – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 50.000,00 i.v.

Copyright 2022 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE