L’uomo e la montagna: il progetto Contrada Bricconi

di letizia ceriani

La passione per il territorio, il recupero della tradizione bergamasca e lo studio della materia prima, sono i cardini della proposta dei Bricconi. Storia e nuovo si uniscono nei piatti e negli ambienti, dal design pulito ed essenziale. La vocazione: raccontare il rapporto etico-primordiale tra uomo e montagna.

Il ristorante propone – oltre a una generosa carta di vini naturali, biologici e biodinamici – un menù degustazione stagionale in continua evoluzione.

Si parte. Il “salame con la panna” rivisita un piatto tradizionale a base di salame e polenta. Ridotto a mo’ di polpetta, si accompagna a una sorta di tigella non lievitata, che ricorda il pane indiano. La panna è ridotta in salsa e lascia una nota dolce alla pasta di salame. Si mangia con le mani.

Continuiamo con le lumache. Qui Davide (Cazzani n.d.r.) ci racconta la storia di Elisa, che alleva lumache nel Presidio Slow Food di Cherasco, e le fa arrivare sgusciate in Val Seriana. Le chiocciole vengono poi passate sulla brace, intrise in una salsa all’aglio orsino ed erbe spontanee e infine nascoste nella conchiglia.

Chilometro zero il coniglio e le uova di quaglia. L’animale, prima macerato, è servito crudo e inserito in un contesto di erbe e funghi.

Fermi tutti: è il momento del pane – fatto in casa con grano piemontese – e del burro da centrifuga. Non mi dilungo in effimere descrizioni…

Stupisce lo gnocchetto di ricotta, con parüch e fiurit, annegato in un tripudio di sfumature di verde. Il secondo primo è uno spaghetto servito freddo con grasso di uova di trota e rabarbaro. Il piatto ridisegna l’umido dei torrenti.

La brace torna protagonista: è il turno della trota. Morbida e succulenta, è pescata da un arzillo settantenne in pensione che ha riaperto l’attività per partecipare al progetto della Contrada. Le sue trote, tornite di grasso, hanno carattere, e Lazzarini le ammansisce con una delicata ma decisa crème fraîche. L’ultima portata salata è la quaglia, sempre alla brace, arricchita da una salsa jerk giamaicana d’origine, ma rivista con gli ingredienti della valle.

Continua a leggere, scarica la tua copia di MAG.

L’uomo e la montagna: il progetto Contrada Bricconi

Letizia Ceriani

Foodcommunity.it
 
è il sito del Gruppo dedicato al business del settore food & beverage nato nel 2016. Il portale ha l’obiettivo di raccontare, attraverso notizie e approfondimenti, lo scenario economico e i protagonisti del mondo enogastronomico in Italia e all’estero.
Grande attenzione è rivolta agli chef stellati e alle aperture di nuovi ristoranti, così come alle mosse delle aziende del food, dalle multinazionali ai piccoli produttori.
Il mondo del cibo raccontato con un approccio economico e il faro puntato sui personaggi più rilevanti del settore (Chef, ristorazione alta gamma, piccoli produttori di eccellenza).
 
Inoltre, ogni due settimane, Foodcommunity.it pubblica contenuti su MAG, il primo quindicinale digitale interattivo dedicato alla business community italiana. In ogni numero: interviste a avvocati, general counsel, amministratori delegati, avvocati, banker, advisor, fiscalisti; studi di settore; interviste; report post awards etc. Fra i grandi appuntamenti annuali di Foodcommunity.it per MAG, i fatturati degli studi e la classifica dei 50 Best Lawyers.

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group S.p.A.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC Publishing Group S.p.A. – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 50.000,00 i.v.

Copyright 2022 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE