a
mercoledì 11 dic 2019
HomeDistribuzioneFiniper trasforma l’ex Maestoso di Monza in un mercato coperto

Finiper trasforma l’ex Maestoso di Monza in un mercato coperto

Finiper trasforma l’ex Maestoso di Monza in un mercato coperto

Con Finiper a Monza rinasce l’area ex Maestoso con il primo superstore dell’insegna dalla doppia anima, il mercato e la corte, in un’area di 4mila metri quadrati.
Il Gruppo Finiper di Marco Brunelli ha finanziato e realizzato un superstore Iper situato nell’area dell’ex cinema Maestoso, a Monza, che aprirà i battenti giovedì 5 dicembre.
Un superstore dove si può pranzare e cenare oltre a fare la spesa innalza l’asticella della competizione tra le varie catene verso nuovi limiti. Il “Monza Maestoso”, a breve distanza dall’Ospedale San Gerardo e dalla Villa Reale, è costituito da due piani distinti e un progetto che mette al centro la bellezza e la sicurezza degli spazi, che porta la firma degli architetti Angelo Micheli e Alessandro Ghiringhelli dello Studio Michele De Lucchi
Nel superstore, al cui interno c’è anche uno spazio di mille metri quadri dell’istituto clinico Humanitas, l’area di vendita è di oltre 1.800 quadri e l’assortimento privilegia i prodotti freschi e freschissimi strategicamente offerti con isole. Nel laboratorio interno viene preparata la quinta gamma e le specialità gastronomiche.

Al primo piano c’è l’area dedicata alla ristorazione con circa 520 posti a sedere e si può scegliere tra sei ristoranti che offrono pasta fresca, taglieri di salumi e formaggi, l’hamburgheria, la pizza, carne e pesce cotto sulla griglia, poke, portate vegetali e gluten free. Anche le birre artigianali sono preparare in loco mentre l’enoteca anche refrigerata, offre circa 800 etichette anche importanti.

Sul fronte occupazionale è stimato che i dipendenti dell’Iper Monza Maestoso saranno oltre 170.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.