a
venerdì 05 mar 2021
HomeBeverageSanpellegrino, Fabiana Marchini nominata head of sustainability

Sanpellegrino, Fabiana Marchini nominata head of sustainability

Sanpellegrino, Fabiana Marchini nominata head of sustainability

Marchini guiderà una task force dedicata alla sostenibilità con un focus specifico sulla risorsa acqua, sulla produzione, sul packaging e sui trasporti. 

Fabiana Marchini, cremonese, classe ‘74, è stata nominata head of sustainability di Sanpellegrino, parte del Gruppo Nestlé. La manager, con una ventennale esperienza nel settore delle acque minerali, è responsabile di una task force creata per accelerare il viaggio di Sanpellegrino verso un futuro più sostenibile.

 

Marchini, entrata nel gruppo a settembre 2001 in qualità di brand manager, ha ricoperto ruoli di crescente responsabilità fino a diventare national account manager. Ha seguito il canale take home gestendo le negoziazioni con i maggiori attori della gdo fino al 2014 quando è stata nominata Head of CCSD department.

 

Sanpellegrino persegue una politica aziendale orientata alla creazione di valore condiviso per i consumatori, per le comunità in cui opera e per il pianeta.

L’azienda ha sviluppato piani industriali e stanziato investimenti che favoriscono una crescita sostenibile e, infine, realizzato progetti che mirano alla salvaguardia e alla valorizzazione delle risorse idriche. Il gruppo protegge, infatti, l’acqua attraverso collaborazioni di alto profilo, ne garantisce un uso sostenibile nelle proprie fabbriche e da parte dei propri fornitori.

 

L’azienda lavora a monte e a valle della filiera per ridurre l’impatto ambientale nel packaging, diminuendo il peso degli imballaggi e utilizzando materiale riciclato. Inoltre, Sanpellegrino mette in campo piani per l’efficientamento dei sistemi produttivi con l’utilizzo del 100% di energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili nei suoi stabilimenti. La sostenibilità è un driver fondamentale anche sul fronte della logistica. Il 41% dell’acqua del gruppo viaggia su rotaia, rimorchi ultraleggeri o su mezzi innovativi alimentati a LNG. Questa scelta ha portato a una diminuzione del 15% dell’anidride carbonica emessa, per litro di acqua trasportata.

Il gruppo crede fortemente nell’importanza di generare un impatto positivo sulla società e garantire l’accesso alle risorse naturali.

 

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.