a
giovedì 28 mag 2020
HomeGli strumenti del ciboCoronavirus, da Lavazza 10 milioni per la sanità del Piemonte

Coronavirus, da Lavazza 10 milioni per la sanità del Piemonte

Coronavirus, da Lavazza 10 milioni per la sanità del Piemonte

Il Gruppo Lavazza interviene a supporto dell’emergenza sanitaria che ha colpito il Paese, agendo direttamente sul  territorio. L’azienda stanzia 10 milioni di euro a progetti di sostegno a sanità, scuola e fasce deboli della Regione Piemonte.

Di questi dieci milioni di Lavazza, sei saranno destinati alla Regione Piemonte – Sostegno emergenza Coronavirus, rispondendo all’iniziativa di raccolta fondi #IOCISONO. La somma servirà per  l’acquisto di quanto necessario a sostenere le strutture sanitarie e tutto il personale in prima linea nell’emergenza.

 

 

Altri tre milioni di euro verranno, inoltre, devoluti alla Fondazione La Stampa – Specchio dei tempi, che è scesa subito in campo in questi tre ambiti: dotare gli ospedali di nuove apparecchiature e di materiale sanitario per le terapie intensive e i pronto soccorso, nonché di un’avanzatissima apparecchiatura in grado di velocizzare i test per l’ospedale Amedeo di Savoia di Torino; fornire kit igienizzanti gratuiti alle scuole torinesi che ne fanno richiesta; portare agli anziani in difficoltà fisiche ed economiche generi di prima necessità.

 

Un milione di euro verrà inoltre destinato a favore di una pluralità di enti e associazioni attive sul territorio piemontese, a sostegno delle fasce più deboli e disagiate della popolazione.

 

Il Gruppo Lavazza desidera così dare un segnale positivo e di impegno concreto, nella convinzione che con il contributo di tutti si possa uscire dall’emergenza.

 

Nella foto l’amministratore delegato Antonio Baravalle.

Leggi l’articolo: Lavazza, contratto integrativo per 400 dipendenti a Gattinara

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.