a
giovedì 13 ago 2020
HomeGli strumenti del ciboContraffazione, la piadina romagnola batte la Spagna

Contraffazione, la piadina romagnola batte la Spagna

Contraffazione, la piadina romagnola batte la Spagna

Il Consorzio di promozione e tutela della piadina romagnola Igp ferma un tentativo di contraffazione del prodotto, simbolo del made in Italy, da parte di un gruppo spagnolo che aveva provato a registrare prodotti simili in Gran Bretagna.

É stato bloccato un tentativo spagnolo di contraffazione del marchio piadina nel Regno Unito. L’insidia risale ad agosto quando in Romagna giunge la notizia che al registro dei marchi inglese erano state depositate due domande di registrazione (sia denominativo che figurativo) dei marchi ‘Piadine di Modena’, da un grande gruppo spagnolo del settore alimentare.

Inizia così il contenzioso con il deposito di istanza di opposizione all’Ufficio Marchi e Brevetti del Regno Unito, grazie anche al contributo economico del socio Deco Industrie che produce piadina con il marchio Loriana, per l’espletamento delle pratiche internazionali. Nelle ultime settimane lo sblocco positivo della vicenda a favore dell’Italia.

Il caso non è isolato, infatti il Consorzio in passato aveva già bloccato un analogo tentativo di contraffazione del marchio ‘piadina’ in Canada.

“Questa vicenda dall’esito tutt’altro che scontato, soprattutto considerando la particolare situazione che si era creata tra fine ottobre e gli inizi di novembre del 2019 in materia di Brexit – ha commentato il presidente del Consorzio, Alfio Biagini – dimostra come anche in mercati lontani è possibile ostacolare l’appropriazione indebita del prestigio e della notorietà dell’Italian style”.
Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.