a
mercoledì 14 nov 2018
HomeLe cucineApe Cesare, ora l’idea di un locale

Ape Cesare, ora l’idea di un locale

Ape Cesare, ora l’idea di un locale

Professionista e manager della ristorazione. Il tutto a soli 27 anni. MAG ha incontrato Alessandro Favola,sommelier con alle spalle esperienze come socio gestore in un ristorante a Ponte Milvio a Roma e come manager di una catena di locali italiani a Bali in Indonesia. Favola dal 2015 si è trasferito a Milano per lavorare da Carlo e Camilla in Segheria, format di Carlo Cracco, dove ad oggi riveste il ruolo di responsabile di sala. Sempre a Milano, proprio nel 2015, ha deciso di avviare il progetto Ape Cesare. Una start up che ha proposto al pubblico meneghino uno street food romanesco (supplì a go go) distribuito a bordo di ape car.

Il progetto, a due anni di distanza, ha compiuto un altro passo importante. Ape Cesare viaggia anche in bicicletta. E all’orizzonte potrebbe esserci anche l’idea di un locale.

Com’è nata l’idea di Ape Cesare? Quando siete partiti?

Era l’estate 2015, ero appena tornato a Roma da un’esperienza di lavoro in Indonesia, a Bali, e parlando con Massimo (socio, amico e padre) abbiamo iniziato a ragionare sul fenomeno dei Food Truck in America, un fenomeno che piano piano si stava sviluppando anche in Italia. Investimento non elevato e grande potenzialità di crescita, in un mercato nuovo e pieno di possibilità! Dopo mesi di studi, il 21 aprile 2016 nasce a Milano, la città italiana che sta crescendo di più, Ape Cesare, il primo food truck romano e l’unico a proporre i supplì.

Come sono andati questi anni?
Siamo ormai arrivati a 2 anni di attività, 2 anni impegnativi ma pieni di soddisfazioni. Sono molto felice, stiamo continuando a crescere e abbiamo tante idee e progetti per il futuro. Siamo partiti con l’Ape car, dopo poco più di un anno progettavamo la Cargo Bike e ora si pensa già ad un punto fisso, chissà magari già dopo l’estate. È un’attività che permette di toglierti delle soddisfazioni, ci divertiamo e continueremo a farlo.

Oramai siete oltre la fase di start up?
Direi di si, siamo in continua crescita ma ormai abbiamo raggiunto una buona solidità e il nostro format è fortissimo!

Avete cominciato dalle Ape Car, ora passate alle biciclette: come mai?
Abbiamo vinto il bando del Comune di Milano…

PER CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI E SCARICA GRATIS LA TUA COPIA DI MAG

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.