Qualità, contraffazioni e sostenibilità: le sfide del food

Come proteggere la qualità dei prodotti alimentari e i consumatori dalle contraffazioni e dalle pubblicità ingannevoli? Si è parlato di questo e di molto altro alla 4th Mediterranean Conference a Palazzo Montecitorio a Roma (a cui era presente Foodcommunity.it) dal titolo “Sustainable agriculture and food security in the Mediterranean region”, organizzata dall’International Bar Association.

Rappresentanti di grandi aziende del settore food&beverage e di autorità di regolamentazione internazionali si sono incontrati per discutere delle problematiche legate alla protezione dei marchi, dai brevetti alle etichette fino alle differenti leggi applicate nei Paesi europei.

Daniele Guarnieri, head of legal affairs di Ferrero, ha illustrato il sistema di tracciabilità dell’azienda lungo la catena di produzione e distribuzione per garantire qualità e sostenibilità, con attenzione anche a questioni sociali come la lotta al lavoro minorile.

Giuseppe Lavazza, vice-presidente dell’azienda torinese, ha esortato una maggiore collaborazione tra le autorità europee per proteggere la qualità dei prodotti spiegando come l’Italia sia l’unico Paese che limita l’arrivo di caffè di bassa qualità dall’estero.

Oltre ai sistemi di protezione per indicazioni geografiche come Doc e Igp, i consumatori e i produttori possono essere protetti anche attraverso altri strumenti per capire cosa c’è ‘dietro’ al cibo. In questo senso Lamberto Vallarino Gancia, presidente onorario del Comité Européen des Entreprises Vins (Ceev) ha illustrato l’applicazione “Buy Secure” che permette di avere informazioni sul prodotto che si sta comprando e di monitorare la catena di distrubuzione.

In Italia esiste inoltre l’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari, che fa parte del ministero delle Politiche agricole ed effettua in media 36 mila controlli l’anno.

Il capo dipartimento Stefano Vaccari ha sottolineato come quello dell’agroalimentare sia il primo settore italiano per l’export e oggi l’ambito dell’e-commerce sia allo stesso tempo strategico e pericoloso. La collaborazione con colossi come Alibaba, eBay e Amazon è necessaria per Vaccari, ma online è difficile identificare le frodi e le contraffazioni perché non vengono lette le etichette di certi prodotti che evocano i nomi e le immagini dei Doc e Igp italiani ma poi non lo sono.

Nel corso della conferenza si è parlato anche dei modelli di sviluppo sostenibile delle grandi aziende familiari del settore food. Marco Ferrari, ceo di Montenegro, ha illustrato le acquisizioni del gruppo nel corso degli anni e ha parlato dei vantaggi del family business, che facilita decisioni più veloci e dà un volto alla company.

Marco Gualtieri, fondatore di Seeds&Chips, ha invece puntato l’attenzione sulle novità tecnologiche legate al cibo, dall’agricoltura alla tavola. I cambiamenti climatici e la crescita della popolazione mondiale, ha spiegato, rappresentano grandi sfide che ci spingono a produrre cibo in modo più sostenibile. Riduzione dei consumi, minor uso di pesticidi e minore sfruttamento del territorio sono possibili grazie alle nuove tecnologie, che vanno sfruttate al meglio per garantire davvero la sostenibilità.

 

Qualità, contraffazioni e sostenibilità: le sfide del food

Leave a Reply

Foodcommunity.it
 
è il sito del Gruppo dedicato al business del settore food & beverage nato nel 2016. Il portale ha l’obiettivo di raccontare, attraverso notizie e approfondimenti, lo scenario economico e i protagonisti del mondo enogastronomico in Italia e all’estero.
Grande attenzione è rivolta agli chef stellati e alle aperture di nuovi ristoranti, così come alle mosse delle aziende del food, dalle multinazionali ai piccoli produttori.
Il mondo del cibo raccontato con un approccio economico e il faro puntato sui personaggi più rilevanti del settore (Chef, ristorazione alta gamma, piccoli produttori di eccellenza).
 
Inoltre, ogni due settimane, Foodcommunity.it pubblica contenuti su MAG, il primo quindicinale digitale interattivo dedicato alla business community italiana. In ogni numero: interviste a avvocati, general counsel, amministratori delegati, avvocati, banker, advisor, fiscalisti; studi di settore; interviste; report post awards etc. Fra i grandi appuntamenti annuali di Foodcommunity.it per MAG, i fatturati degli studi e la classifica dei 50 Best Lawyers.

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group S.p.A.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC Publishing Group S.p.A. – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 50.000,00 i.v.

Copyright 2022 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE