Pescaria, dalla Puglia alle Alpi

*di letizia ceriani

Davanti a un calice di vino sulle coste pugliesi di Polignano, nasce l’intuizione del brand Pescaria. Siamo nel maggio del 2015 quando Bartolo L’Abbate – che ai tempi gestiva l’azienda di famiglia – e Domingo Iudice, Director dell’agenzia di marketing Brainpull, decidono di dare vita a un nuovo concept: un locale giovane e informale in cui assaporare del buon crudo di mare.

Nel giro di poco tempo il duo diventa trio e la cucina viene presa in mano dallo chef Lucio Mele, già proprietario del ristorante Sale Grosso a Bologna.
Pescaria propone fin da subito un nuovo modo di consumazione: un mordi e fuggi al bancone, smart, agile, ma di qualità. Il locale ha funzionato fin da subito e oggi quasi tutta Italia è firmata Pescaria.

Dopo l’inaugurazione a Padova lo scorso 21 aprile, il prossimo step è l’estero: sono in corso le trattative per definire la prima sfida a Vienna. Il fatturato atteso per questo 2022 è di 22 milioni, con una percentuale di delivery del 35%. Ad oggi, i dipendenti sono 270, ma entro un paio di mesi si prevede diventino 300. Qualità, inventiva, ma anche impegno e sostenibilità. Dal 2019 il brand è stato il primo fast food “plastic free” italiano e ha acquisito il certificato Friend To The Sea.

Rigorosamente dal Mar Mediterraneo, indiscusso protagonista rimane il pesce crudo, servito all’interno di una conchiglia di pane fragrante o in forma di tartare in fresche insalate. Colorano i piatti ingredienti dai mondi dei latticini, delle verdure e della frutta secca.

Bartolo L’abbate si racconta a MAG.

Pescaria parte da un’idea: il mare in un panino. Oggi sappiamo che è molto di più. Mi racconterebbe brevemente come nasce e come si evolve l’identità del brand dalla fondazione a oggi?

È da quando ho sei anni che bazzico tra i banchi di pesce. La mia famiglia possiede un’azienda che commercia prodotti ittici. L’intuizione di Pescaria ha iniziato a farsi spazio nel 2012, in occasione dell’evento “Mare-viglioso”. Della comunicazione si occupò Domingo Iudice, tutt’ora Director dell’agenzia Brainpull.

Leggi l’intervista completa su MAG.

Pescaria, dalla Puglia alle Alpi

FabioAdmin

Foodcommunity.it
 
è il sito del Gruppo dedicato al business del settore food & beverage nato nel 2016. Il portale ha l’obiettivo di raccontare, attraverso notizie e approfondimenti, lo scenario economico e i protagonisti del mondo enogastronomico in Italia e all’estero.
Grande attenzione è rivolta agli chef stellati e alle aperture di nuovi ristoranti, così come alle mosse delle aziende del food, dalle multinazionali ai piccoli produttori.
Il mondo del cibo raccontato con un approccio economico e il faro puntato sui personaggi più rilevanti del settore (Chef, ristorazione alta gamma, piccoli produttori di eccellenza).
 
Inoltre, ogni due settimane, Foodcommunity.it pubblica contenuti su MAG, il primo quindicinale digitale interattivo dedicato alla business community italiana. In ogni numero: interviste a avvocati, general counsel, amministratori delegati, avvocati, banker, advisor, fiscalisti; studi di settore; interviste; report post awards etc. Fra i grandi appuntamenti annuali di Foodcommunity.it per MAG, i fatturati degli studi e la classifica dei 50 Best Lawyers.

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC srl – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 10.000,00 i.v.

Copyright 2022 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE