Consorzio tutela Parmigiano Reggiano e Ismea per il piano biennale di regolazione scorte

Il Consorzio di tutela del Parmigiano Reggiano annuncia l’avvio di una collaborazione con l’ISMEA per un monitoraggio più puntuale delle scorte che contribuirà in maniera determinante, nel rispetto di principi di trasparenza e libera concorrenza tra tutti gli operatori interessati, ad attuare gli obiettivi fissati dal Piano regolazione offerta del Parmigiano Reggiano 2023-2025, approvato dal Mipaaf l’11 luglio 2022. La predisposizione dello strumento conoscitivo è stata oggetto di uno specifico protocollo d’intesa, firmato oggi dal presidente dell’ISMEA, Angelo Frascarelli, e dal presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano, Nicola Bertinelli (in foto).

La creazione dell’Osservatorio sulle scorte del Parmigiano Reggiano muove dall’esigenza di colmare il vuoto  di fonti statistiche ufficiali attualmente esistente per il mercato dei formaggi duri, una problematica che assume connotati particolarmente accentuati per un prodotto a “lunga stagionatura” come il Parmigiano Reggiano, contraddistinto da tempi molto lunghi tra l’impostazione delle scelte produttive e l’immissione in commercio del prodotto finito e, di riflesso, dalla necessità di avere strumenti di regolazione dell’offerta. Grazie alla collaborazione tra ISMEA e Consorzio, si è dunque lavorato a un modello che fosse non solo tecnicamente efficiente, ma che potesse anche fornire le massime garanzie di totale riservatezza dei dati a tutti gli operatori coinvolti.

L’Osservatorio, la cui progettazione, gestione, attività di raccolta ed elaborazione dei dati è affidata a ISMEA, servirà pertanto a misurare con esattezza la consistenza dell’offerta per fornire al Consorzio gli elementi conoscitivi necessari a operare una valutazione puntuale delle condizioni di equilibrio del mercato e a impostare le conseguenti scelte per la filiera. Sarà inoltre uno strumento utile anche per gli operatori della stessa filiera, che potranno utilizzarlo per migliorare l’analisi delle proprie performance e delle strategie. Grazie al progetto, che diventerà operativo a inizio 2023 con la definizione dei protocolli operativi di raccolta dati, sarà possibile elaborare e rendere disponibile a livello aggregato la fotografia delle giacenze totali di prodotto Dop per periodo di produzione, indispensabile per il Piano stesso e per la sua gestione.

«Questo protocollo innovativo – ha dichiarato Nicola Bertinelli, presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano – Ci permette di aggiungere un tassello fondamentale per rendere più precise e affidabili le valutazioni degli scenari e, di conseguenza, le scelte sulla regolazione dell’offerta, con una maggiore efficienza degli investimenti e più equilibrio per il mercato. Il progetto avviato con ISMEA non è utile solo per il Consorzio del Parmigiano Reggiano, ma rappresenta un modello apripista per tutti i prodotti con tempi lunghi di maturazione e stagionatura, e legati a Piani regolazione offerta. ISMEA offre sia le migliori competenze in materia di raccolta e analisi dei dati economici, sia, per la sua natura di ente pubblico, le massime garanzie in termini di riservatezza. Ci teniamo a ringraziare non solo l’Istituto per l’attenzione che ha voluto dedicarci, ma anche gli operatori della filiera che hanno fatto squadra per trovare una risposta concreta ed efficace nell’interesse di tutti».

«Fornire dati e informazioni per orientare le scelte degli operatori della filiera agroalimentare è una delle mission di ISMEA»ha commentato il presidente dell’ISMEA, Angelo Frascarelli. «L’Istituto è lieto di mettere il suo know how e il suo patrimonio informativo al servizio di una delle principali eccellenze del Made in Italy. L’attività di monitoraggio degli stock, una volta operativa, potrebbe in futuro essere messa a disposizione anche di altri prodotti Dop a lunga stagionatura».

Consorzio tutela Parmigiano Reggiano e Ismea per il piano biennale di regolazione scorte

Letizia Ceriani

Foodcommunity.it
 
è il sito del Gruppo dedicato al business del settore food & beverage nato nel 2016. Il portale ha l’obiettivo di raccontare, attraverso notizie e approfondimenti, lo scenario economico e i protagonisti del mondo enogastronomico in Italia e all’estero.
Grande attenzione è rivolta agli chef stellati e alle aperture di nuovi ristoranti, così come alle mosse delle aziende del food, dalle multinazionali ai piccoli produttori.
Il mondo del cibo raccontato con un approccio economico e il faro puntato sui personaggi più rilevanti del settore (Chef, ristorazione alta gamma, piccoli produttori di eccellenza).
 
Inoltre, ogni due settimane, Foodcommunity.it pubblica contenuti su MAG, il primo quindicinale digitale interattivo dedicato alla business community italiana. In ogni numero: interviste a avvocati, general counsel, amministratori delegati, avvocati, banker, advisor, fiscalisti; studi di settore; interviste; report post awards etc. Fra i grandi appuntamenti annuali di Foodcommunity.it per MAG, i fatturati degli studi e la classifica dei 50 Best Lawyers.

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group S.p.A.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC Publishing Group S.p.A. – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 50.000,00 i.v.

Copyright 2023 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE