a
giovedì 16 set 2021
HomeBeverageCaffè verso la ripresa, +20% atteso nel 2021

Caffè verso la ripresa, +20% atteso nel 2021

Caffè verso la ripresa, +20% atteso nel 2021

Il settore caffè guarda con ottimismo al 2021 che mostra segnali di ripresa. Le aziende del comparto vedono che la ripartenza delle attività di bar e ristoranti dal mese di giugno è tornata a pieno regime.

Parziale recupero delle ingenti perdite del 2020 con una crescita attesa intorno al 20%. Consorzio Promozione Caffè e FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) confidano nell’apertura continuativa delle attività, pur sempre nel rispetto delle misure di sicurezza.

In base a quanto documentato da TradeLab, nei primi quattro mesi del 2021 gli italiani hanno speso ogni mese circa 2,5 miliardi di euro per i consumi fuori casa, per un totale di 10 miliardi. Per la restante parte dell’anno, è prevista una spesa mensile tra i 6,5 e i 7 miliardi di euro, per un fatturato annuale stimato superiore ai 60 miliardi di euro. Una prospettiva in netto miglioramento rispetto al 2020 che vedrebbe l’“out-of-home” salire del 20%.

Nonostante gli effetti della crisi e la prosecuzione delle misure restrittive abbiano impattato sulla prima parte dell’anno, la riapertura degli esercizi ha tutte le carte in regola per incentivare i consumi. Il ritorno nei bar e nei ristoranti potrebbe, inoltre, imprimere una svolta positiva anche sul fronte import/export a partire dal secondo trimestre. I mesi estivi saranno dunque determinanti per un’accelerazione sui consumi di caffè nella ristorazione e spingere il settore a recuperare terreno.

«Dopo mesi così difficili, rivedere gli italiani e i turisti internazionali tornare a riassaporare il momento del caffè è un segno di come questa ritualità, amata in tutto il mondo, sia stata a lungo attesa. Il nostro desiderio è continuare a vedere queste attività aperte ai clienti, nel rispetto delle misure di sicurezza. Per questo chiediamo alle istituzioni di continuare a vigilare con attenzione sull’andamento dei contagi, per attuare tutte le misure necessarie a evitare le chiusure di bar e ristoranti e consentire ai tanti operatori che animano questo settore di continuare a fare il proprio lavoro», ha dichiarato Michele Monzini, presidente del Consorzio Promozione Caffè.
Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.