Bottura porta Food for Soul alla mensa dei poveri di Bologna

Nuova iniziativa all’insegna della solidarietà per Massimo Bottura (nella foto). Dopo l’esperienza positiva della onlus Food for Soul al Refettorio Ambrosiano di Milano, lo chef tristellato replica alla mensa Padre Ernesto dell’Antoniano di Bologna. Dal 9 maggio, ogni lunedì uno chef diverso cucinerà per le famiglie in difficoltà e per i bambini segnalati dai servizi sociali (80 coperti).

«Non di solo pane si nutre l’uomo e la cultura sarà l’ingrediente più importante per il cuoco del futuro. Vogliamo ripetere l’esperienza di Milano con il Refettorio Ambrosiano, ma lo faremo anche a Modena, Palermo, Torino. Sono orgoglioso che l’Antoniano mi abbia chiamato, sono cresciuto a Parmigiano e Zecchino d’oro», ha detto Bottura, che ha presentato il progetto con il direttore dell’Antoniano di Bologna Alessandro Ciaspoli.

I locali della mensa saranno abbelliti. «Ma un caviale scadente vale come una tazza di latte con parmigiano e uovo sbattuto» ha detto Bottura, insistendo su lotta allo spreco con utilizzo di prodotti vicino alla scadenza o scartati. È quello che faranno anche i suoi colleghi, in collaborazione con “Chef to chef”: ogni lunedì un cuoco diverso, il 9 maggio Max Poggi, il 16 Mario Ferrara, poi tanti altri, da Mattia Borroni a Rino Duca. Oltre a Milano e Bologna sono previste altre iniziative simili a Modena, Torino, Palermo e Rio de Janeiro.

Un altro importante evento di solidarietà è quello di Taste of Milano, in programma dal 19 al 22 maggio al The Mall di Porta Nuova Varesine, dove arriva per la prima volta un charity restaurant. Il ristorante proporrà quattro piatti firmati da quattro ‘grandi’ della cucina italiana: Claudio Sadler, Ernst Knam, Filippo La Mantia e Norbert Niederkofler.
Gli incassi di ciascuna delle quattro serate saranno devoluti a: Il Seme della Speranza (nella serata di giovedì 19 maggio), Children in Crisis (20 maggio), Azione Contro la Fame (21 maggio) e Banco Alimentare (22 maggio).

Infine il tema dello spreco alimentare è al centro delle iniziative di alcune startup italiane: la piattaforma di foodsharing S-Cambia Cibo permette di scambiarsi alimenti non consumati fra privati per evitare che vengano buttati.
MyFoody invece permette la geolocalizzazione dei prodotti a rischio spreco (da quelli in scadenza a quelli con difetti estetici nel confezionamento e gli stock eccedenti in giacenza presso i magazzini dei negozi) e il loro acquisto a prezzi scontati da parte di consumatori o esercizi commerciali.

Secondo i dati di Barilla CFN – Center for Food and Nutrition, lo spreco alimentare annuo nel mondo ammonta a 1,3 miliardi di tonnellate, pari a oltre 560 miliardi di euro, e il 42% del dispendio di cibo in Europa avviene tra le mura domestiche. In Italia si perdono ogni anno 5,5 milioni di tonnellate di cibo, per un valore di 12 miliardi di euro.

A Milano, città di Expo 2015 incentrato sul cibo, è stato firmato un protocollo d’intesa per promuovere azioni condivise sul tema della gestione delle eccedenze alimentari. A siglare il documento sono stati il Comune e il Politecnico di Milano oltre ad Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza.
L’obiettivo è quello di realizzare una “smart city a zero sprechi” attraverso azioni volte a prevenire lo spreco di cibo e a favorire un maggior recupero delle eccedenze alimentari.

Bottura porta Food for Soul alla mensa dei poveri di Bologna

Leave a Reply

Foodcommunity.it
 
è il sito del Gruppo dedicato al business del settore food & beverage nato nel 2016. Il portale ha l’obiettivo di raccontare, attraverso notizie e approfondimenti, lo scenario economico e i protagonisti del mondo enogastronomico in Italia e all’estero.
Grande attenzione è rivolta agli chef stellati e alle aperture di nuovi ristoranti, così come alle mosse delle aziende del food, dalle multinazionali ai piccoli produttori.
Il mondo del cibo raccontato con un approccio economico e il faro puntato sui personaggi più rilevanti del settore (Chef, ristorazione alta gamma, piccoli produttori di eccellenza).
 
Inoltre, ogni due settimane, Foodcommunity.it pubblica contenuti su MAG, il primo quindicinale digitale interattivo dedicato alla business community italiana. In ogni numero: interviste a avvocati, general counsel, amministratori delegati, avvocati, banker, advisor, fiscalisti; studi di settore; interviste; report post awards etc. Fra i grandi appuntamenti annuali di Foodcommunity.it per MAG, i fatturati degli studi e la classifica dei 50 Best Lawyers.

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC srl – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 10.000,00 i.v.

Copyright 2022 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE