a
sabato 18 gen 2020
HomeFoodTripletta per Bioesserì che apre a Milano Porta Nuova

Tripletta per Bioesserì che apre a Milano Porta Nuova

Tripletta per Bioesserì che apre a Milano Porta Nuova

Cresce il format Bioesserì, dei fratelli Borgia, che apre il terzo ristorante nel segno del biologico e, per la prima volta, della mixology.

Bioesserì, dopo Milano Brera e Palermo, il 26 settembre inaugura il nuovo spazio di 350mq nel quartiere di Porta Nuova del capoluogo lombardo. La novità per il terzo punto vendita sarò il bio cocktail bar.

Il giovane bartender Andrea Di Prionzio, diretto dall’executive director del gruppo Giacomo Cannici, potrà contare su produttori biologici per una miscelazione contemporanea. Dieci signature drink a cui se ne aggiungono quattro in food pairing sempre seguendo la strada maestra della sostenibilità.

La cucina del terzo Bioesserì sarà ancora guidata da Federico Della Vecchia, nella doppia veste di executive chef del gruppo e socio dell’iniziativa Porta Nuova, a fianco di Vittorio Borgia (nella foto) e il fratello Saverio fin dall’inizio dell’avventura di Bioesserì. Una cucina autentica, dai sapori concreti, che riporta al centro della tavola la materia prima. Piatti della tradizione come gli spaghetti ai tre pomodori o il risotto alla milanese con ossobuco, si affiancano ad altri già noti ma rivisitati, per raccontare la contemporaneità nel solco della tradizione.

Non mancherà la pizza, diventata ormai un must irrinunciabile per Bioesserì, grazie all’impasto preparato con farine macinate a pietra e lievitato naturalmente per 72 ore. Dieci le pizze in carta, a partire dalle classiche fino alle gourmet, impreziosite da ingredienti sfiziosi.

 

Altra novità è il business lunch dal lunedì al venerdì composto da quattro insalate, tre piatti unici (uno vegano, uno di carne e uno di pesce) e un primo del giorno. Per i dessert, invece, il locale continua ad attingere da Baunilla, costola dolce del ristorante che propone delizie dove i toni siciliani si mischiano a quelli brasiliani data la provenienza italo-brasiliana della pasticcera.

Gli interni sono curati dall’architetto Giovanni Musica dello studio MGALAB, che segue il format fin dagli esordi e che ha già progettato gli spazi di Palermo e Milano seguendo una filosofia bio.

“Il locale nel suo complesso si fa portavoce di un modo di vivere attento al rispetto dell’ambiente e della salute. Chi sceglie Bioesserì scegli anzitutto uno stile di vita e noi lo accogliamo in un ambiente caldo, confortevole e green” conclude Vittorio Borgia.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.