a
giovedì 02 apr 2020
HomeDistribuzioneCarrefour Italia, cambio insegna per 546 punti vendita

Carrefour Italia, cambio insegna per 546 punti vendita

Carrefour Italia, cambio insegna per 546 punti vendita

In seguito alla firma degli accordi di Master Franchising, rispettivamente 256 nuovi punti vendita del Sud e 290 del Centro si aggiungeranno alla rete di Carrefour Italia.

Per Carrefour Italia al via il cambio di insegna a marchio Carrefour Market e Carrefour Express dei supermercati di Apulia Distribuzione e Etruria Retail, in seguito all’intesa annunciata a settembre 2019 (clicca qui).

Grazie alle due differenti partnership, un totale di 546 nuovi punti vendita rispettivamente in Calabria, Basilicata e Puglia, si aggiungeranno agli oltre 1.085 supermercati che costituiscono l’attuale rete di vendita di Carrefour Italia, che potrà così espandere la propria presenza territoriale nel Centro Sud Italia.

Alcuni negozi della rete franchising di Etruria Retail manterranno l’insegna La Bottega mentre il brand Rossotono continuerà ad essere presente in alcuni store di Apulia Distribuzione, uno dei principali operatori della distribuzione organizzata del Sud Italia, con 4mila dipendenti e una rete di oltre 350 punti vendita.

Il progetto, che riserva un’attenzione particolare all’imprenditoria locale, si inserisce nel piano di trasformazione Carrefour 2022, che tra gli obiettivi ha quello di consolidare il network di distribuzione in Italia.

Gli accordi, oltre all’impiego dell’insegna Carrefour, prevedono importanti sinergie a livello di acquisti, consentendo ad Apulia Distribuzione e ad Etruria Retail di accedere alle condizioni di acquisto di Carrefour Italia, e di distribuire centinaia di prodotti a marchio Carrefour e prodotti della linea top di gamma “Terre d’Italia”.

Il cambio insegna coinvolgerà inoltre i singoli imprenditori sul territorio in un importante piano di comunicazione verso le comunità locali di riferimento.

Etruria Retail si distingue, invece, in Italia centrale, dove è presente con 1900 collaboratori e 290 punti vendita in 15 province in Toscana, Umbria e alto Lazio.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.