a
sabato 07 dic 2019
HomeGli strumenti del cibo

Gli strumenti del cibo

Nel 1974 il codice a barre passò per la prima volta dalla cassa di un negozio, con la vendita di una confezione di chewing-gum Wrigley’s gusto juicy fruit. Adesso viene scandito 6 miliardi di volte ogni giorno.

Secondo l’analisi condotta dagli esperti della reputazione online di RepUP, solo il 2% dei ristoranti ottiene il punteggio massimo dai clienti sulle principali piattaforme di recensioni

L’accordo tra Casta Diva Group, proprietaria di Blue Note, e Don Lisander permetterà di raddoppiare gli acquisti di food & beverage, con economie di scala fino al 10-15% e un impatto sull’ebitda consolidato fino a 100mila euro all’anno.

eToro offre agli utenti un protafoglio per investire nel foodtech, settore in rapida crescita con un potenziale da 700 miliardi di dollari in dieci anni

Secondo una ricerca di Deloitte, la ristorazione italiana ha raggiunto quota 229 miliardi di euro nel 2018, in crescita del 10,6% dal 2016 e, con 71 miliardi di euro, la Cina è il primo mercato

Il Panificio Forno Brisa pensa al futuro e coinvolge nuovi soci. Tra gli obiettivi una crescita sostenibile per le persone, il territorio e la città.

Mag N° 131 – 25/11/2019

Scarica gratis il tuo mag




Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.