BF-basic-newsletter

Newsletter 63 del 20/03/2018

No alla nostalgia, sì alla cultura del nuovo


di nicola di molfetta

Lo so. Siamo sommersi. Chef in tivù. Chef sui giornali. Chef alla radio. Qualcuno mostra insofferenza. Magari a ragione.
Tuttavia, il preambolo serve a dirvi che da oggi c’è uno chef anche al cinema. Parliamo di Gualtiero Marchesi. Il grande italiano. Protagonista di uno straordinario documentario girato da Maurizio Gigola (leggi qui).
 
A mio parere, la visione di questo film è qualcosa che nessuno che si dica amante della cultura, dell’Italia e del bello può perdersi. Marchesi in questo lavoro, viene raccontato dalla voce di chi lo ha conosciuto, di chi è stato suo allievo e di chi dalla sua figura e dalla sua storia ha semplicemente tratto ispirazione.
 
Fa parte di quest’ultimo gruppo Massimo Bottura. Lo chef dell’Osteria francescana e inventore del progetto Refettorio, spiega bene quello che è stato il carattere distintivo di Gualtiero Marchesi: «Ha guardato il passato in una chiave critica e non nostalgica e lo ha portato nel futuro».
 
Noi viviamo tempi strani. Tempi di ultra modernità, in cui allo stesso tempo il passato o la tradizione vengono assolutizzati e la nostalgia per un mondo che non c’è più (non solo nella cucina o nell’agricoltura, ma anche nell’economia, nelle professioni, nell’impresa) e che forse non c’è mai stato rischia di invischiare le energie positive che devono animare chi vuole costruire il nuovo.
                                                                                                                                
Per liberarsi dalle sabbie mobili della nostalgia serve cultura. E Marchesi è stato un uomo d’immensa cultura: letteraria, storica e musicale.
Se volete avere un’idea dell’uomo oltreché del cuoco andate al cinema. Non sarà l’ennesimo show con un cuoco per protagonista.

Food Le professioni del cibo

A Milano, la prima tiramisuteca d'Italia

Si chiama Mascherpa e nasce dall'idea di Giovanna Anoia e suo figlio Giuseppe Loiero.



Beverage

Il maggiore produttore di cava catalano passa in mani tedesche

Freixenet vende a Henkell il 50,7% del suo capitale

Gruppo Camst: 750 milioni di fatturato nel 2018

Siglata alleanza tra Class e Gambero Rosso

Andriani emette un minibond da 6 milioni

Cinque giovani imprenditori inventano il beverage delivery

Clicca qui per annullare la sottoscrizione dalla nostra newsletter
LC srl - Via Morimondo 26 - 20143 Milano – Tel. 02 84243870 - C.F./P.IVA 07619210961 REA 1971432
Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 10.000,00 i.v.