BF-basic-newsletter

Newsletter 34 del 11/07/2017

Sprechi alimentari, la legge non basta: tocca a noi


di gabriele perrone

La scorsa estate l’Italia si è messa in luce per essersi schierata in prima fila nella lotta contro gli sprechi alimentari attraverso un’apposita legge del ministero delle Politiche agricole e forestali (Mipaaf). La legge punta su semplificazioni burocratiche, incentivi fiscali ai Comuni e alle imprese e alla diffusione di pratiche virtuose con l’obiettivo di recuperare 1 milione di tonnellate di cibo l’anno.

Oggi, però, risulta evidente come questo provvedimento (seppur positivo) non basti. Il Mipaaf ha appena indetto un bando pubblico da 500mila euro per finanziare “progetti innovativi, relativi alla ricerca e allo sviluppo tecnologico finalizzati alla limitazione degli sprechi e all'impiego delle eccedenze alimentari”. Anche se si tratta di uno strumento utile per trovare nuove soluzioni, questo bando è il sintomo della scarsa penetrazione che finora ha avuto la legge nelle nostre case.

Siamo noi (i consumatori finali) che nel nostro quotidiano provochiamo la maggior parte degli sprechi alimentari, in media 110,5 chili di cibo all’anno a testa. Dagli acquisti eccessivi all’uso sbagliato del frigorifero, i nostri comportamenti a casa devono cambiare con maggiore attenzione a questo tema, altrimenti la legge si ferma alle parole e non si traduce in fatti concreti.

Secondo i dati dell’osservatorio Waste watcher, lo spreco alimentare in Italia vale oltre 13 miliardi di euro ogni anno, circa l’1% del Pil. Questi 13 miliardi, per Coldiretti, sono persi per il 54% al consumo. Dispiace dirlo a un anno di distanza dall’approvazione della legge, ma oggi deve essere fatto ancora molto per risolvere il problema alla radice.

Servono più prevenzione ed educazione, nelle scuole e nelle nostre abitazioni, con investimenti mirati ad accrescere la consapevolezza di bambini e adulti riguardo al tema degli sprechi alimentari. Ma soprattutto tocca a noi, quando facciamo la spesa e mangiamo a casa, prenderci fin da subito questa responsabilità.

[email protected]
@gperrone86

Beverage

Moretti: Sella & Mosca via dalla distribuzione

Vittorio Moretti (nella foto), neo proprietario di Sella & Mosca, ha annunciato una rivoluzione per la cantina sarda acquistata a fine 2016 da Campari: "Basta con il vino industriale e via alla produzione artigianale, più valore alle etichette pr...



Food

Michelin compra il 40% di Robert Parker Wine Advocate

Nuova partnership nel settore dell’editoria enogastronomica. Il gruppo Michelin, che edita la celebre guida dei ristoranti del mondo, ha comprato il 40% della società Robert Parker Wine Advocate (RPWA) e del sito RobertParker.com, il punto di riferim...

La tedesca Katjes rileva Cloetta Italia (Sperlari, Saila, Dietorelle)

Blogger e chef, i migliori social influencer nel food

Gli astri nascenti della cucina italiana

Clicca qui per annullare la sottoscrizione dalla nostra newsletter
LC srl - Via Morimondo 26 - 20143 Milano – Tel. 02 84243870 - C.F./P.IVA 07619210961 REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 10.000,00 i.v. Società soggetta all’attività di direzione e coordinamento di Macha srl